Il Taccuino
DEDALOMULTIMEDIA
12-12-18

 

E' chiuso e provoca un profondo senso di tristezza nel vederlo tale: stiamo parlando del Grande Albergo Sicilia che albergo sicilia2non è stato adeguato ad alcune norme di sicurezza.

La parte alta della città piano piano, ma inesorabilmente, si sta impoverendo sempre di più con tante attività che chiudono o che si trasferiscono ad nella parte bassa dove una certa vitalità c'è ancora.

E vederlo chiuso, l'Albergo Sicilia, in quella che una volta era considerata una città modello in tutta l'isola lascia un senso di rammarico per chi ha vissuto gli anni 70 e 80.

Al momento non ci sono le condizioni per una sua riapertura. L'ex provincia regionale proprietaria dell'immobile per conto della Regione, vuole un fitto decisamente alto per il gestore che da 50 anni almeno lo ha tenuto in vita e ha dato lavoro a tante persone, l'attuale gestione non sarebbe in grado di pagare tale affitto, circa 100.000 euro l'anno.

Nella settimana che sta per entrare si dovrebbe tenere un tavolo tecnico per cercare di trovare una soluzione e domani il consiglio comunale di Enna si riunisce per trovare un qualche cosa che consenta la riapertura.

Stando così le cose la struttura rischia di rimanere chiusa per alcuni anni e poi? Chi si assumerà l'onere di riprendere un immobile fatiscente che richiederà probabilmente tante risorse per essere riattivato?

Occorre molto equilibrio da tutte le parti; gli attori interessati devono trovare un punto di incontro, se vogliamo anche un compromesso.

Non si può pensare di fare chiudere un altro pezzo di storia della città. Non è un bel biglietto da visita per il turista, l'uomo d'affari che vuole visitare o organizzare una riunione nel centro storico, sentitsi dire “mi spiace, ma ad Enna Alta non ci sono alberghi”.

E il sindaco del capoluogo deve giocare un ruole primario; deve farsi carico del problema ed assieme al consiglio comunale lavorare per mettere daccordo le parti, senza colori, senza bandiere, ma tutti insieme per il bene della città.

E' importante venirsi incontro; non è pensabile che altre 7 persone abbiano perso il posto di lavoro. E allora su, un sforzo congiunto per dimostrare che anche ad Enna si può trovare una soluzione condivisa. Non può chiudere sempre tutto, altrimenti perché continuare a stare qui?

Massimo Castagna

PD: la scissione è ormai inevitabile

PD: la scissione è ormai inevitabile

  Nel cupio dissolvi nel quale si è ormai trasformato il percorso congressuale del PD siciliano la verità l’ha detta, forse...

Albergo Sicilia: uno sforzo comune per non chiuderlo definitivamente

Albergo Sicilia: uno sforzo comune per non chiuderlo definitivamente

  E' chiuso e provoca un profondo senso di tristezza nel vederlo tale: stiamo parlando del Grande Albergo Sicilia che non...

Pd: la balcanizzazione è in atto!

 Pd: la balcanizzazione è in atto!

  Dal caos al casino più completo: così si potrebbe tradurre la situazione interna al Pd siciliano ormai arrivato al punto...

Caos PD – Crisafulli “Impedire i congressi? Una scelta pirata da chi sa di perdere”

Caos PD – Crisafulli “Impedire i congressi? Una scelta pirata da chi sa di perdere”

Il Partito Democratico in Sicilia è ormai nel caos più totale. Niente regole, niente certezze, organismi ostaggio delle correnti. In...