Il Taccuino
DEDALOMULTIMEDIA
18-08-19

dunarea 2019 2020

 

Aeroporto si, aeroporto no? Si farà o non si farà? E' la solita notizia sensazionale a scopo elettorale?

Questo è quello che si commenta in ogni angolo, perchè la notizia è grossa ed intrigante.

Quando si parla di ampliamento di Fontanarossa con una pista di atterraggio e decollo della lunghezza di 4-5 km forse, non essendo noi siciliani,decollo abituati a strutture del genere, si ingenera una sorta di sospetto, perchè, non potremmo mai credere che nella provincia più depressa d'Italia ci sia qualcosa o qualcuno che possa pensare così in grande.

Inziamo col dire che un uomo d'affari australiano e la sua cordata di imprenditori hanno deciso di investire in Sicilia. Con fondi rigorosamente privati hanno pensato ad un vecchio progetto di ampliamento di Fontanarossa nel posto più vicino che è la piana di Catania, e quindi in una parte della provincia di Enna. Dal momento che nessun ente pubblico deve uscire un centesimo è facile immaginare che questa opera si farà sul serio.

La problematica più grave è più seria è quella legata alla famigerata burocrazia italiana, e soprattutto siciliana, capace di fare stancare chiunque. Gli enti pubblici, Regione in testa, devono solo trovare il modo di accellerare al massimo le procedure autorizzative propedeutiche all'esproprio dei terreni. Non sappiamo se una conferenza di servizi tra gli attori interessati possa essere la linea da seguire, ma quantomeno serve a mettere tutti d'accordo sulla necessità di aiutare il privato nella realizzazione delle opere.

L'aeroporto ennese, lo chiamiamo così per comodità, potrebbe rappresentare una straordinaria occasione di sviluppo e crescita dell'intera Sicilia, a patto che, anche il siciliano medio cominci a pensare in termini di “sbracciarsi le maniche” e non più "ma cchi m'interessa".

Un aeroporto intercontinentale, perchè di questo si tratta grazie alla lunghezza della pista, consente l'atterraggio ed il decollo di aerei cargo e jumbo ed è facile immaginare quali ricadute e conseguenze positive potrà avere per l'economia siciliana in termini di turismo e di scambio delle merci.

Ovviamente a corredo occorre una rete stradale di prim'ordine, una rete ferroviaria ad alta velocità e un collegamento facile e rapido con Fontanarossa.

A beneficiarne saranno tutti; chi lo dice che nuove imprese non possano insediarsi nell'area industriale di Dittaino, che potrebbe diventare una sorta di interporto per lo scambio delle merci? E' possibile che nascano nuove strutture ricettive? Siamo certi di sì, perchè la domanda di hotel, B&B, case vacanze, crescerebbe a dismisura con grandi benefici per l'entroterra isolano.

Dal punto di vista turistico l'intera isola entrerebbe nei più importanti circuiti turistici con i tour operator di tutto il mondo pronti a vendere il pacchetto Sicilia.

Ma c'è anche un altro aspetto di grande impatto sociale ed è quello legato all'occupazione: la sola realizzazione delle opere fa pensare che qualche migliaio di persone potrà trovare lavoro per qualche anno ed una volta entrato in funzione il nuovo aeroporto non è peregrino pensare ad almeno duemila posti di lavoro stabile, senza contare tutto l'indotto.

Ma c'è di più: si ha idea di quali mercati esteri potrebbero decidere di aprirsi al bacino del Mediterraneo? E ancora, i tanti nostri prodotti di eccellenza potrebbero essere esportati con meno costi in tutto il mondo.

Insomma c'è la grande possibilità di un poderoso riscatto dell'Isola che potrebbe invertire il pericoloso segnale delle migliaia di famiglie e giovani che lasciano la Sicilia.

Le condizioni ci sono tutte. Non lasciamoci scappare anche questa occasione.

Massimo Castagna

Manuela Acqua

Ti potrebbero interessare anche...

Pronta la nuova Giunta Dipietro: si passa da 6 a 8 assessori

Pronta la nuova Giunta Dipietro: si passa da 6 a 8 assessori

“Chi vuole entrare nel progetto politico che ha visto trionfare Marizio Dipietro lo dica chiaramente alla città prima e alle...

Dipietro e la sua giunta allargata, ma l'assessore Colianni rompe

Dipietro e la sua giunta allargata, ma l'assessore Colianni rompe

La politica è tornata ad essere un affare per pochi intimi e gli affari del Comune, o delle istituzioni, solo...

Aeroporto: un'occasione per cambiare i siciliani!

Aeroporto: un'occasione per cambiare i siciliani!

  Aeroporto si, aeroporto no? Si farà o non si farà? E' la solita notizia sensazionale a scopo elettorale? Questo è quello...

Hotel Sicilia, sulla chiusura rimpianti o lacrime di coccodrillo?

Hotel Sicilia, sulla chiusura rimpianti o lacrime di coccodrillo?

  E no, l’ipocrisia no. Prima l’hotel Sicilia viene sfregiato ed ucciso e poi se ne piangono le spoglie. Una triste...