Il Taccuino
DEDALOMULTIMEDIA
19-05-19

dunarea 2019 2020

Le frizioni c'erano da tempo, ma ora sembra proprio che stiano venendo fuori. Ovviamente parliamo di indiscrezioni. L'Assessore dipietro3Giovanni Contino avrebbe rassegnato le dimissioni, che sarebbero sul tavolo del sindaco già da qualche giorno a causa, pare, per divergenze di vedute con lo stesso primo cittadino. Qui le voci diventerebbero più di una, perché si parla di motivazioni legate al carnevale e alle recenti dichiarazioni del padre dello stesso Contino, che fa parte del centro anziani Don Leo Vetri, il centro che per vari motivi si sarebbe ribellato all'amministrazione e che addirittura si è arrivati alle carte bollate.

Qualunque sia il motivo un problema c'è e ovviamente spiace che il possibile capro espiatorio sia Giovanni Contino che in questi anni ha dimostrato di sapere lavorare e di avere messo la sua esperienza di tecnico e amministratore a disposizione della città.

Ora non è che tra il sindaco Dipietro e Contino fossero tutti rose e fiori, anzi; ma negli ultimi mesi la situazione è degenerata, non solo tra i due, ma anche in seno alle forze consiliari che sostengono il primo cittadino.

Del fu Patto per Enna resta solo il nome o potrebbe trasformarsi, dal momento che Maurizio Bruno sta mettendo su una Rete Civica per un nuovo progetto sulla città, che dovrebbe essere presentato fra un paio di mesi. Con lui Cesare Fussone sempre di Patto per Enna, mentre non avrebbe ancora sciolto le riserve lo stesso Giovanni Contino che potrebbe prendere altre strade.

Tradotto significa che sia Bruno, che Contino e Fussone in ogni caso non saranno più a sostegno di Maurizio Dipietro se dovesse decidere di ricandidarsi.

Le prossime amministrative si preannunciano decisamente agguerrite. Il centro destra avrà in ogni caso un suo candidato alla guida della città e le opzioni al momento sarebbero due: Francesco Colianni degli Autonomisti e Gaetana Palermo di Forza Italia. In ogni caso se il centro destra dovesse presentarsi unito né Colianni, né Palermo appoggerebbero più Dipietro. Senza contare poi che nel centro destra del capoluogo entrerebbe di fatto e per la prima volta la Lega e che i due suoi rappresentanti Savoca e Cuci sono già all'opposizione.

Discorso diverso per il Pd ultra dilaniato dalle lotte intestine e che al momento non riesce nemmeno a celebrare i congressi, figurasi se è nelle condizioni di programmare le amministrative del prossimo anno.

Le dimissioni di Contino sono un brutto segnale per l'amministrazione Dipietro al di là del fatto che vengano accettate o no, e che vengano tenute in sospeso, non promette nulla di buono.

E' come se ognuno stesse decidendo il proprio destino non tenendo conto di quello che è stato fatto in questi anni. I numeri in aula il sindaco non ce li ha più e la prova sarà la prossima sessione di bilancio.

E dire che Dipietro era riuscito a ridurre l'opposizione al silenzio per lunghi mesi. Forse è consigliato male, ma lui sa come rimediare perchè si è già accorto, da persona furba quale è.

Tutti con Dipietro, nessuno con Dipietro!

Massimo Castagna

Ti potrebbero interessare anche...

Pronta la nuova Giunta Dipietro: si passa da 6 a 8 assessori

Pronta la nuova Giunta Dipietro: si passa da 6 a 8 assessori

“Chi vuole entrare nel progetto politico che ha visto trionfare Marizio Dipietro lo dica chiaramente alla città prima e alle...

Dipietro e la sua giunta allargata, ma l'assessore Colianni rompe

Dipietro e la sua giunta allargata, ma l'assessore Colianni rompe

La politica è tornata ad essere un affare per pochi intimi e gli affari del Comune, o delle istituzioni, solo...

Aeroporto: un'occasione per cambiare i siciliani!

Aeroporto: un'occasione per cambiare i siciliani!

  Aeroporto si, aeroporto no? Si farà o non si farà? E' la solita notizia sensazionale a scopo elettorale? Questo è quello...

Hotel Sicilia, sulla chiusura rimpianti o lacrime di coccodrillo?

Hotel Sicilia, sulla chiusura rimpianti o lacrime di coccodrillo?

  E no, l’ipocrisia no. Prima l’hotel Sicilia viene sfregiato ed ucciso e poi se ne piangono le spoglie. Una triste...