Eventi
DEDALOMULTIMEDIA
07-03-21

“Dal Duce alla Fiamma: la destra in Italia dal 1910 al 1946”: questa la nona fatica letteraria di Paolo Garofalo socialista per profonda convinzione e La Destra in Italia 1910 1946 COPERTINAuno dei dirigenti del Pd ennese, oltre ad essere stato sindaco di Enna dal 2010 al 2015. La prefazione del libro l’autore l’ha affidata ad un esponente di spicco della destra italiana e siciliana, il sen. Raffaele Stancanelli , già deputato e assessore regionale, sindaco di Catania e poi senatore della repubblica e attualmente deputato europeo di FdL.

Proprio con Raffaele Stancanelli abbiamo parlato del libro di Garofalo.

– Sen. Stancanelli, da uomo di destra cosa pensa di un personaggio politico come Paolo Garofalo, socialista riformista, occuparsi della storia della destra in Italia?

“Penso solo che Paolo sia un uomo libero che non si impicca al politicamente corretto ed alla damnatio memoriae per studiare anche le ragioni e le passioni degli Altri.”

– Nella prefazione del libro da lei scritta si legge, tra l’altro, che “per affermare i valori di una tradizione fondata su Dio Patria Famiglia, nel contempo sappia proiettarsi in una nuova dimensione europea per aggregare tutte le esperienze e tutte le provenienze che abbiano come comune denominatore l’alternativa alla sinistra e non si rassegnano al nichilismo della deriva sociale ed all’individualismo”: questo concetto può bastare a spiegare il significato di Destra?

“Non sono così presuntuoso da spiegarne in poche righe il significato, ma ho voluto solo sintetizzare attraverso il trinomio Dio Patria Famiglia un sentimento che è insito nella tradizione della Destra indipendentemente dalle epoche e dai regimi politici che si attraversano e che ovviamente non può, tale tradizione, che essere alternativa al nichilismo ed all'individualismo.”

– La conoscenza dei simboli fa parte di una certa cultura tradizionale che per comodità si vuole chiamare “destra”: ecco, attraverso il simbolismo cosa è possibile capire e quale messaggio si può dare ai giovani oggi non più attratti dal comunismo, che ormai non esiste più se non, forse, solo in raffaele stancanelliCina?

“Non penso che la filosofia del libro sia quella del simbolismo come messaggio conscio o subliminale ma semplicemente una cavalcata nei fatti storici attraverso la rappresentazione dei simboli della politica”.

 

Gaetano Mellia

Ti potrebbero interessare anche... eventi

“Immagini femminili in Sicilia”, incontro culturale promosso da BCsicilia

“Immagini femminili in Sicilia”, incontro culturale promosso da BCsicilia

  In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, BCsicilia Catania ha organizzato un incontro culturale dal titolo “Immagini femminili...

Palermo – Organizzazione Retake: iniziativa di decoro urbano il 6 e 7 marzo

Palermo – Organizzazione Retake: iniziativa di decoro urbano il 6 e 7 marzo

  L’Organizzazione di Volontariato Retake Palermo rende noto che sabato 6 e domenica 7 marzo dalle ore 10 alle 13,30 circa...

“Joe Di Maggio, da Isola delle Femmine alla California”, mostra fotografica virtuale

“Joe Di Maggio, da Isola delle Femmine alla California”, mostra fotografica virtuale

La Sezione di BCsicilia di Isola delle Femmine, in collaborazione con l'Associazione Isola – Pittsburg Forever, ha in programma per...

Violenza domestica, sensibilizzare e riconoscerla: conferenza “Leggere i segni della violenza”

Violenza domestica, sensibilizzare e riconoscerla: conferenza “Leggere i segni della violenza”

L'Associazione Amiche e Amici dell'Accademia di Medicina di Torino ed il Segretariato Italiano Studenti in Medicina di Torino (SISM) organizzano...