Confasi
DEDALOMULTIMEDIA
18-07-19

dunarea 2019 2020

Apprendiamo da articoli di stampa, della nomina del Dirigente delle Professioni Infermieristiche presso l’ASP di Enna.infermiera

L’innovativa posizione dirigenziale comporta una serie complessa di adempimenti, la cui realizzazione comporta una partnership con altri profili professionali, per lavorare insieme su obiettivi comuni, in collaborazione e supportare gli sforzi reciproci, nel caso di specie, coinvolgendo personale infermieristico e ostetrico.

La collaborazione delle professionalità di cui sopra, concorrono al raggiungimento di obiettivi, quali:

  • benessere organizzativo
  • Performance del sistema sanitario
  • Sviluppo delle politiche e dei programmi sanitari e del decision-making.
  • Coinvolgimento di tutti gli Stakeholder.
  • Dispiegamento di una forza lavoro infermieristica e ostetrica, capace di soddisfare costantemente gli standard assistenziali stabiliti, attraverso la condivisione dei compiti in autonomia a livello interno ed inter-professionale.

A tutto questo, e altro ancora, bisognerebbe aggiungere:

  1. Programmazione e allocazione del personale.
  2. Inserimento, valutazione e mobilità del personale.
  3. Sviluppo organizzativo del Servizio Infermieristico
  4. Rispetto dei singoli percorsi professionalizzanti( D-DS, economico-giuridico), stante che, l’autonomia dei singoli professionisti e delle singole professioni; ed i ruoli di coordinamento risultano essere sia una necessità organizzativa che professionale, in quanto rispondono alle tipiche esigenze di coordinamento delle risorse umane.

Dunque esistono tre livelli, che sono:

  • Professionale
  • Di Coordinamento
  • Di Direzione.

E’ del tutto evidente che bisogna dotarsi anche dell’Ufficio delle Professioni, che, nelle more di espletamento del bando per affidare gli incarichi per gli altri professionisti della Sanità, sommessamente, ci permettiamo di suggerire l’istituzione delle Aree, con i relativi Referenti, di:

  • Area Cardiologica
  • Area Chirurgica
  • Area di Medicina e Geriatria
  • Area Pediatrica
  • Area Di Emergenza
  • Area di Ostetricia e Ginecologia
  • Area di Radiologia
  • Area dei Laboratori.

         Un capitolo a parte, ma non secondario, merita di essere attenzionato, e cioè:

La lotta alle Infezioni Ospedaliere

L’attività domestico-alberghiera

La mobilità interna

La sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro

La verifica delle posizioni di lavoro, in attesa della tanto agognata organizzazione del lavoro, al fine di dare un freno alle continue conflittualità operative: motivo di contenzioso e di malcontento tra gli operatori.

Pensiamo di non doverci dilungare oltre, con la consapevolezza che, saremo vigili, attenti e speranzosi, ma allo stesso tempo collaborativi, e auspichiamo che dalla nomina della Dirigente delle Professioni Infermieristiche, possano trarne beneficio tutti i lavoratori, ma soprattutto gli utenti.

Benvenuta all’ASP di Enna, e buon lavoro.

 

Il Segretario Provinciale Conf.A.S.I. Sanità

Filippo D’Amico