DEDALOMULTIMEDIA
10-08-20

dunarea de jos 2020

Uppi e Asspi

  • Ieri le organizzazioni sindacali rappresentanti gli inquilini  Sunia/Cgil, Sicet/Cisl e Uniat/Uil e   le organizzazioni sindacali Sindacati inquilinidei proprietari Uppi e Asspi , hanno avuto un primo incontro con il comune di Piazza Armerina per  confrontarsi ed avviare la procedura che porterà a stendere l’accordo trerritoriale.

    Dopo il deposito di tale accordo anche nella città dei mosaici si potranno utilizzare i contratti  transitori per le esigenze particolari di proprietari e inquilini , per studenti e lavoratori .

    “Da parte nostra – commentano i  segretari generali Giovanna D’Alia , Angelo Assennato, Luigi Scavuzzo e Donatella Iarrera - vi è la massima disponibilità a  realizzare l’accordo territoriale, nel contempo però abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di avviare quanto prima,  la procedura con il Cipe  per l’inserimento  di Piazza Armerina tra i comuni ad alta tensione abitativa per poter usufruire della cedeolare secca al 10%  anziche’  al 21% Laddove ci sono gli “accordi territoriali” e l’utilizzo della cedolare secca al 10% sui canoni pattuiti e concordati , si sono prodotti notevoli risultati  in  termini di risparmio economico per i proprietari e di conseguenza per  gli inquilini , una misura che evita il rischio che la maggior tassazione dei proprietari  si scarichi sugli inquilini, inoltre vi è stata un’emersione non indifferente dei contratti in nero.”