DEDALOMULTIMEDIA
04-08-20

dunarea de jos 2020

on.Marco Falcone

  •  

    «Dopo aver letto di alcune, preoccupate, prese di posizione, vogliamo rassicurare i cittadini dell'Ennese, specie quelli dei falconecentri di Agira e Gagliano Castelferrato. Il completamento della variante alla strada provinciale 22 non è mai stato in discussione, né il Governo Musumeci ha sottratto delle risorse essenziali per realizzare l'infrastruttura. Infatti, dopo aver sottoposto l'opera a una perizia economica di variante, si è deciso di accantonare in via prudenziale un milione di euro circa sui 6 milioni totali di valore dell'affidamento. La Sp 22 non rischia, e anzi rientrerà a pieno titolo fra le opere di recupero di quella viabilità provinciale rimasta nel dimenticatoio per anni, oggi tornata all'attenzione del Governo regionale». Interviene così l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone riguardo il ventilato "definanziamento" del completamento della Sp 22 Agira-Gagliano.

  • " Grazie al lavoro degli uffici regionali ed all'impulso dato dal Governo regionale è prossimo l'avvio dei lavori su convegno ennaimportanti strade provinciali"

    Cosi l'assessore regionale on.Marco Falcone ha aperto il suo intervento al Convegno "lo sbloccacantieri" che si è tenuto alla sala Cerere a Enna. 

    Il convegno organizzato dall'ordine dei geologi, ANCE, la rete delle professioni tecniche con l'apporto di AppaltiEdilizia.com ha visto la presenza dei massimi vertici tecnici regionali e provinciali ed è stata l'occasione per fare il punto sul settore dopo l'entrata in vigore del cosiddetto Decreto sbloccacantieri varato dal precedente governo nazionale. 

    Tra gli interventi particolare attenzione ha suscitato quello dell'assessore che ha snocciolato i dati sugli investimenti dell'ultimo anno che si stanno attestando oltre i 200 milioni e questo nonostante le difficoltà di avviare progetti in assenza di finanziamento. Ma sul punto l'Arch. Lizzio, Direttore Generale del Dipartimento Tecnico della Regione, ha offerto importanti spunti per dare avvio a nuove progettazioni. 

    Interventi anche da parte del Presidente regionale dei Geologi - geol. Giuseppe Collura dell'Ing. Margiotta Capo del Genio Civile , del Presidente ANCE -Sabrina Burgarello, del Responsabile della Rete Professioni tecniche Arch. La Mendola, dell'Ing. Marchese Responsabile del servizio vigilanza appalti della regione ed infine del Vicepresidente Ance Enna Gaetano Debole che ha evidenziato come le modifiche dello sblocca cantieri abbiano corretto alcune storture del Codice. 

    Debole ha poi evidenziato come “il settore sente forte la necessità che il mercato delle opere pubbliche diventi sempre più trasparente e che il ricorso a procedure che restringono il mercato sia limitato allo stretto necessario, in quanto la cronaca  evidenzia come è li che si annida il cancro della corruzione. “