DEDALOMULTIMEDIA
21-09-20

FLC CGIL

  •  

     

    E’ di questi giorni la notizia che la Regione Siciliana avrebbe intenzione di tagliare i fondi destinati all’assistenza igienico personale 

    stdentidisabagli studenti disabili e di affidare le mansioni ai Collaboratori Scolastici. Riteniamo che se tale intenzione verrà realizzata creerà grave nocumento ai tanti studenti disabili che necessitano di questo servizio durante le ore in cui si trovano a scuola creando alle famiglie ulteriori disagi.

    Non si può continuare ad apportare tagli alle spese per i più bisognosi e per i disabili per far cassa. Il servizio di assistenza igienico personale è affidato a persone che hanno svolto un corso di almeno 900 ore e non può essere affidato ai Collaboratori Scolastici che, pur frequentando un corso di poche decine di ore, già riescono con grande difficoltà a garantire la funzionalità delle scuole.

    Il disagio che vive Giuseppe, un bambino di 9 anni di Enna (di cui è stata data notizia dagli organi di stampa il 18 u.s.), che per poter accedere a scuola conta sulla catena di solidarietà di tante persone è l’emblema delle esigue risorse che vengono destinate agli Enti Locali per l’assistenza ai disabili e per opere che riguardano la manutenzione degli edifici scolastici e, più complessivamente, l’edilizia scolastica.

    Il Presidente Musumeci, pertanto, si faccia carico di scongiurare questi tagli e, semmai, renda costante e certa questa spesa anche per i prossimi anni, garantisca il diritto allo studio a tutti gli studenti siciliani e metta al centro del programma di governo un piano straordinario sull’edilizia scolastica.

    Giuseppe Miccichè Segretario provinciale Flc Cgil Enna

     

    La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

  •  

    L’Assemblea Generale della FLC CGIL di Enna ha eletto all’unanimità Giuseppe Micciché al vertice  del sindacato provinciale.flc cgil

    Micciché, che ha 53 anni, ha maturato la propria esperienza sindacale come coordinatore della formazione professionale provinciale e come collaboratore nell’ufficio sindacale della FLC ennese.

    Subentra ad Angela Accascina che per ben nove anni , ha guidato il comparto dei lavoratori della conoscenza e che nei mesi scorsi è stata eletta nella segreteria provinciale della CGIL.

    La Segretaria uscente, nell’introdurre i lavori dell’Assemblea,  ha ripercorso i punti qualificanti della sua azione politico-sindacale in un momento in cui i governi che si sono succeduti nel tempo hanno smantellato la scuola della Costituzione accentuando le diseguaglianze.

    Nelle sue dichiarazioni programmatiche, il neo segretario, dopo una puntuale analisi sulle condizioni delle scuole della provincia, ha ribadito la necessità di continuare con forza l’azione sindacale per dare cittadinanza ai soggetti più deboli della popolazione, garantendo una scuola inclusiva e di qualità che permetta a tutti l’accesso ai percorsi formativi più alti.

    L’Assemblea Generale si è svolta alla presenza di Manuela Calza, Segretaria nazionale FLC CGIL; Adriano Rizza, Segretario generale FLC CGIL SICILIA; di Nunzio Scornavacche, Segretario generale CGIL ENNA.