DEDALOMULTIMEDIA
19-09-20

Enna

  • Venerdì 8 Novembre gli uffici del servizio anagrafe del Comune di Enna (stato civile, anagrafe ed elettorale), compresi gli sportelli della sede di Piazza Vittorio Emanuele e di Viale IV Novembre, rimarranno chiusi al pubblico per permettere al personale di partecipare ad un corso di formazione e aggiornamento.anagrafe

  • L’avvio di un gemellaggio tra scuole medie siciliane e bosniache, l’organizzazione di due convegni uno a Enna l’altro sul territorio del Sahara Occidentale e l’inizio dell’attività del progetto “Un orto nel deserto”.

    Sono questi i prossimi appuntamenti in ordine di tempo nell’agenda 2020 dell’Associazione Ong Luciano Lama presieduta da Mimmo Bellinvia. ass luciano lama 01 2020

    Da alcuni giorni si è conclusa la cinquantaquattresima accoglienza dei bambini bosniaci. Ma già la macchina organizzativa dell’associazione è nuovamente in moto per iniziare a programmare i prossimi appuntamenti come spiega lo stesso presidente.

    “Nel viaggio di ritorno – ha commentato - per accompagnare i bambini bosniaci è stata insieme a noi una delegazione della Cgil Sicilia composta dal segretario generale Alfio Mannino ed i due segretari regionali della settore scuola e commercio Adriano Rizza e Stefano Gugliotta. La loro presenza non è affatto casuale. In primo luogo perché la nostra associazione è strettamente legata alla Cgil, anzi è nata proprio dal sindacato e lo stesso nome lo dice. Ma anche perché continuiamo a tessere i rapporti di sinergia con le popolazioni ed istituzioni bosniache. Infatti a breve si avvierà un rapporto di collaborazione con le scuole secondarie bosniache e che porti ad un gemellaggio con scuole siciliane. In particolare con due scuole, una di Banja Luka ed un’altra di Sarajevo dove in entrambe si insegna la lingua italiana. Vogliamo iniziare questo percorso non solo per motivi di natura culturale, ma guardiamo anche in prospettiva da un punto di vista economico. In Bosnia, come ci è stato confermato dall’Ambasciata Italiana, sono presenti numerose aziende italiane e quindi c’è una sempre crescente richiesta di persone che sappiano parlare bene sia l’italiano che il bosniaco. Pensiamo che tra maggio ed ottobre si possa iniziare con l’arrivo in Sicilia delle delegazioni delle due scuole bosniache che saranno accolte in due città siciliane e viceversa con un viaggio in Bosnia di studenti siciliani. Tutto questo in continuità con le attività che vanno in direzione della costruzione di quel ponte di collegamento tra le comunità di svariate regioni italiane e quella bosniaca. E questa attività cammina pari passo con quella delle accoglienze visto che la principale finalità è quella di continuare nella semina dei valori dell’integrazione e che porti nuovamente la Bosnia Erzegovina ad essere uno stato simbolo in Europa dell’integrazione multietnica come lo era ai tempi di Tito”.

    Ma continuano anche le attività verso la nuova “frontiera” aperta dall’Associazione Luciano Lama nel Sahara Occidentale.

    “Sono in fase organizzativa due convegni, – continua Bellinvia – il primo proprio in territorio Saharawi con la presenza nel nuovo parlamento di questo popolo e che sarà incentrato sui diritti umani e parità di genere. L’altro molto probabile a Enna con la presenza di una delegazione di questo popolo molto fiero dove si spiegherà a tutti coloro che interverranno, chi è il popolo Saharawi, la loro storia. Un popolo che vuole conquistare l’indipendenza non con le armi ma attraverso le legislazioni internazionali”.

    Infine a breve sarà avviato il progetto “Un orto nel deserto” realizzato in territorio Sahrawi finanziato attraverso l’8 per 1000 dalla Chiesa Valdese.

  • Ecco il comunicato della direzione generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna in merito all’Atto Aziendale.

    “Frutto di un serrato confronto con le Organizzazioni Sindacali e la Conferenza dei Sindaci della Provincia di Enna, l’Atto Aziendale recepisce la rete aziendale come delineato negli atti di programmazione regionale e innova significativamente l’organizzazione amministrativa. ospedale Umberto I

    Integrazione, interazione, sussidiarietà sono le linee ispiratrici dell’Atto Aziendale che si caratterizza per la crescita di opportunità di salute, specie nell’area nord della provincia con la previsione dell’Emodinamica e dell’UTIC nel Presidio Ospedaliero di Nicosia.

    Per implementare, inoltre, un governo che sappia individuare e raggiungere obiettivi, i Dipartimenti Ospedalieri sono stati definiti come strutturali.

    L’offerta territoriale è stata riorganizzata su due strutture – una che governerà attività e risorse acquisite dall’Azienda dall’esterno, l’altra attività, personale e strutture direttamente gestite – che dovranno cogliere la sfida, sempre crescente, della cura della fragilità.

    Anche sul piano amministrativo, il nuovo modulo punta a valorizzare ruolo e attività dei Distretti che potranno contare su un’interfaccia di vertice amministrativo.

    I direttori amministrativi, fino ad oggi responsabili della sola attività negli ospedali, si occuperanno oggi anche delle attività territoriali decentrate.

    Si rafforza così un modello integrato fra ospedali e fra questi e il territorio.

    Occorrerà ora riempirlo di professionisti.

    La nuova dotazione organica sarà lo strumento utile, al quale abbiamo già posto mano, per garantire un equo, diffuso efficiente accesso alle opportunità di salute”.

  •  

     

    Si è tenuta, il 18 novembre 2019, presso la Sala Convegni dell’Ospedale Umberto I di Enna, la “Giornata della gogol francesca incudinePrematurità”, organizzata dall’Unità Operativa di Terapia Intensiva. In occasione dell’evento è stato consegnato il Gogòl n. 2749 all’UTIN (Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale). A consegnarlo l’Ambasciatrice del Sorriso Francesca Incudine, nota cantautrice ennese, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali tra i quali, la Targa Tenco 2018 come miglior Album in dialetto ed il Premio Bianca D’Aponte per cantautrici.

    Il Gogòl è stato consegnato nelle mani della dr.ssa Sabrina Morreale, direttore F.F UOC TIN – Neonatologia, con la seguente motivazione: “a chi fa del Sorriso speranza, cura, abbraccio. A tutti coloro che lavorano in questo reparto perché facciano il loro lavoro con passione e gratitudine, gratitudine alla vita che viene a visitare ogni giorno il nostro cuore”.

    “Il Gogòl rappresenta un simbolo di speranza e di sorriso – ha raccontato Francesca Incudine - perché con il suo significato “vai che ce la fai” (Go gòl) ti permette di dire all’altro che ce la può fare, che può credere nella forza della vita e della gratitudine. Oggi mi trovo qui a rappresentare questo grande progetto che parte da Enna e abbraccia tutto il mondo. Spero che quello che Gogòl rappresenta possa essere qualcosa da cui partire, per mettere al centro l’uomo e le sue relazioni, generando entusiasmo”.

  • Il progetto della Banca del Grano piace molto anche fuori dai confini nazionali. Lo dicono le statistiche dei contatti che GRAFICOarrivano sul portale www.bancadelgrano.it e sui profili social. La portata innovativa introdotta da questa singolare Start-up siciliana potrebbe, in effetti, veramente cambiare l’approccio culturale nella commercializzazione del grano su scala mondiale. L'obiettivo è quello di portare il grano duro in un nuovo modello di business sulla tecnologia Blockchain che, consentiranno il coinvolgimento di un’ampia platea di agricoltori, stoccatori, industrie di prima e seconda trasformazione, investitori pubblici e privati che riesca a superare non solo i confini nazionali, ma anche europei. La nazione più “interessata” al progetto pare sia rappresentata dagli Stati Uniti d'America, da dove arriva il 31,49% dei contatti. A seguire l’Italia con il 17,40 e la Francia con il 7,58. Poi Singapore con il 5,80%, la Germania, con il 5,35%, la Gran Bretagna, con il 4,82%, il Vietnam con il 4,28%, il Canada con il 3,30%, l'Olanda con il 2,94 e l'India con il 2,23.

  • La Giunta dell'Unione delle Camere Penali, ha indetto un’astensione per i giorni dal 2 al 6 dicembre 2019, per esprimere il propriocamera p dissenso sulla riforma della prescrizione c.d. legge “spazza corrotti”. Tale forma di mobilitazione deriva dal generale dissenso della comunità dei penalisti nei confronti della proposta di riforma del richiamato istituto, in quanto gravemente lesiva dei principi irrinunciabili del nostro Ordinamento, con particolare riferimento al diritto al giusto processo. Tale iniziativa è in continuità con quella dell'ottobre scorso e si inserisce nell’ambito dell’azione di confronto con l’opinione pubblica e della società civile sul tema della prescrizione e della ragionevole durata del processo. A tal proposito, la Camera penale di Enna ha indetto, anche, un laboratorio di sensibilizzazione esteso ai corsisti della Scuola Territoriale della Camera Penale, che prevedeva lo sviluppo in chiave ironica il tema proposto.

  • La Compagnia Arcieri del Castello del presidente Gaetano Campisi ancora una volta “ambasciatrice” della storia medievale e non solo di Enna in giro per l’Italia.
    Un gruppo di arcieri ennesi nei prossimi giorni partirà alla volta di Todi in Umbria, la città degli arcieri per antonomasia, poiché invitata dagli organizzatori locali a partecipare dal 12 al 14 Ottobre alla “Disfida di San Fortunato”, un palio per arcieri in occasione del santo patrono della città. compagnia arcieri del castello
    Un evento che richiama centinaia e centinaia di gruppi di arcieri da tutta Italia, in particolare dal centro nord, con oltre settecento persone solamente nel corteo storico inaugurale.
    Si consolidano così sempre più i rapporti di collaborazione e di scambi culturali tra le città di Enna e Todi, che sono stati sanciti con due incontri istituzionali nei mesi scorsi tra le due amministrazioni comunali che hanno dato vita ad un gemellaggio.
    Nello scorso mese di luglio, in occasione della gara di Arco Storico Trofeo Maria SS. della Visitazione, una delegazione dell’amministrazione comunale di Todi con in testa il Vice Sindaco Adriano Ruspolini, è stata ricevuta in forma ufficiale da quella di Enna a Sala Proserpina.
    Inoltre una delegazione della sezione agraria dell’IIS Lincoln di Enna, il cui dirigente scolastico è Angelo di Dio, si recherà anche a Todi dove incontrerà i loro colleghi dell’Agrario Cutelli, con i suoi 150 anni di storia il più antico d’Italia.
    “Per la nostra associazione ancora relativamente giovane è un vero onore essere stati invitati a partecipare alla Disfida di San Fortunato nella città degli arcieri per eccellenza ed insieme alle compagnie di Arcieri tra le più famose d’Italia, – commenta il presidente della Compagnia Arcieri del Castello Gaetano Campisi – cercheremo di portare alto da un punto di vista agonistico e sportivo il nome di Enna, ma ancor di più continueremo nel cercare di dare un contro contributo nella promozione della nostra amata Enna in giro per l’Italia ed in questo caso nella capitale italiana e non solo degli arcieri medievali”.

  • La Compagnia degli Arcieri del Castello di Enna ha partecipato alla prestigiosa Disfida di San Fortunato a Todi, evento todi 5che richiama decine di associazioni medievali da ogni parte d'Italia. il gruppo ennese ha avuto anche l’onore di avere il suo presidente Gaetano Campisi, prescelto come giudice di gara per il Palio dei Quartieri di sabato 12.

    “Non possiamo che essere molto contenti e soddisfatti per questa nostra presenza a Todi – commenta Gaetano Campisi – e vogliamo contribuire alla promozione della nostra città in terra umbra in eventi prestigiosi come la Disfida che si disputa in occasione dei festeggiamenti del santo patrono della città San Fortunato”.

    Emozionante anche la partecipazione alla Cena Medievale del sabato all’interno del palazzo del Capitano oggi sede del Municipio di Todi. Un momento in cui gli oltre 200 commensali fanno un passo all’indietro nel tempo con musici e giullari; il tutto rigorosamente in abiti storici. E domenica il momento più importante con la Disfida di San Fortunato, svoltasi lungo i vicoli della città.

    Dopo il pranzo si è svolto il corteo storico con il gruppo ennese il secondo, in ordine di sfilata, dopo Todi. Quando lo speaker che annunciava i vari gruppi storici (mille figuranti) ha detto : " dalla lontana Sicilia, dalla Città inespugnabile di Enna, città gemellata con Todi, la Compagnia Arcieri del Castello”, è partito l'applauso di tutta la piazza gremita in ogni angolo. A seguire spettacoli di danza in piazza e di combattimenti tra cavalieri appiedati. Infine la processione degli arcieri e della Confraternita con i ceri di San Fortunato, portati a spalla fino alla chiesa omonima. La cerimonia si è conclusa nella cripta del Santo con la solenne benedizione alla presenza del Sindaco.

  • I nerarancio della Consolini ottengono il terzo successo consecutivo nella quarta giornata di campionato federale Under 13 con il punteggio di 62 a 23. Una vittoria nel campo dei gelesi della Studentesca, regala i due punti in classifica dove al momento sono al comando aspettando il match dell’Invicta Caltanissetta. consolini basket under 13

    I ragazzi ennesi, allenati da coach Francesco Milano, hanno sfoggiato una buona prestazione con un dato molto importante e significativo, ovvero l’essere andati tutti a referto.

    “Ci stiamo muovendo bene - dice Francesco Milano - il gioco diventa sempre più corale e realizziamo sempre di più. C’è tanto da lavorare ma sarà un anno in cui i ragazzi faranno tanta esperienza e aumenteranno notevolmente il loro potenziale. Adesso però testa al derby di settimana prossima”.

    Da evidenziare i 21 punti di Andrea Sacco, migliore marcatore del match.

    I nerarancio saranno adesso impegnati prossima settimana nel derby casalingo contro Grottacalda Piazza Armerina, un’occasione per tutti gli appassionati per andare al Palazzetto.

  • “Apprendiamo sgomenti la volontà di trasferire alcuni uffici della Motorizzazione nevralgici per il funzionamento dell’ente, dalla sede di Enna a quella di Caltanissetta”. enna motorizzazione

    Lo denunziano con forza i rappresentanti di CNA FITA, la federazione degli autotrasportatori aderenti a CNA, insieme alla segretaria provinciale degli studi di consulenza UNASCA.

    “Il provvedimento in approvazione – si legge nel comunicato - trasferisce in un colpo solo tutto il settore di riferimento dell’autotrasporto e del rapporto con gli enti istituzionali. Il provvedimento inoltre trasferirebbe anche l’archivio sciogliendo così ogni dubbio sul carattere definitivo del provvedimento”.

    “Il settore dell’autotrasporto è particolarmente importante per l’economia ennese in cui insistono importanti aziende che saranno danneggiate dal provvedimento - dichiara Giuseppe Glorioso, presidente provinciale FITA CNA - si vuole mettere in ginocchio ancora di più l'imprenditoria della nostra provincia. A questo punto ci aspettiamo il peggio da un momento all’altro”.

    Interviene anche l’UNASCA rappresentata dal segretario provinciale Fabio Lorito: “Non si capisce il perché di questo tentativo di dare un ennesimo colpo mortale alla provincia di Enna".

    “Siamo a conoscenza - concludono FITA CNA ed UNASCA - che c’è una grave carenza di personale presso gli uffici, e che è stato chiesto più volte un intervento in questo senso dalla sede di Enna, ma senza essere stai presi in considerazione”.

    Dell’accaduto è stata informata l’On. Luisa Lantieri che ha immediatamente chiesto chiarimenti al dipartimento regionale e all’Assessore Falcone. “Sto preparando una interrogazione per verificare le responsabilità che hanno portato la sede in carenza di personale - dichiara il deputato -. Faremo di tutto per scongiurare la chiusura”.

  • L’Orlando Pallamano Haenna si è aggiudicata ieri la terza edizione della Coppa Orlando Sicilia, dove si sono affrontate le formazioni che attualmente sono nei primi quattro posti nella classifica del campionato di Serie B, l’Orlando Pallamano Haenna, l’Aetna Mascalucia, Pallamano Aretusa e Agriblu Scicli. haenna coppa sicilia

    Gli ennesi hanno vinto in finale, con il punteggio di 20-19, l’Aretusa Siracusa.

  •  

    Si tratta di 20 tute classificate "Dispositivi di Protezione Individuale di III categoria",  di progettazione complessa  per  salvaguardare poliziastato logogli operatori da rischi per la sicurezza e la salute. Le tute sono state consegnate al Dipartimento di Prevenzione.

    Sono state donate anche 200 mascherine e 200 guanti per gli operatori del Centro Trasfusionale, 200 mascherine e 200 guanti per il Pronto Soccorso, 200 mascherine e 200 guanti agli operatori del 118 di Enna e, inoltre, pigiami per i pazienti, donati con il contributo personale dei poliziotti della Polizia di Stato dell'intera provincia di Enna, con la partecipazione della ditta Safety e Protection, Work Wear, di Giuseppe Palmisano, con sede a Gagliano Castelferrato. 
    La Direzione dell'ASP ringrazia la Polizia di Stato, in tutte le sue articolazioni, e la ditta di Giuseppe Palmisano per la generosità mostrata verso pazienti e operatori, impegnati strenuamente nell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID19.

  •  

    Nell’ambito della triplice Campagna nazionale “Io resto a casa e... Prego – Dono – Intercedo”, avviata per questa fase di emergenza rns1dettata dal Covid-19, con l’inizio della Settimana Santa, culmine dell’Anno Liturgico, si precisa ancor più la proposta del Rinnovamento nello Spirito Santo sul Web e sui social media.

    In considerazione del fatto che il Triduo Pasquale deve essere vissuto in comunione stretta con la comunità ecclesiale, prendendo dunque parte alle iniziative che saranno suggerite nelle varie Diocesi e nelle Parrocchie di tutta Italia, secondo la disciplina disposta ad hoc dalla Santa Sede, ci si avvicinerà progressivamente al “silenzio” che precede la gioia della Risurrezione e la condivisione della Santa Pasqua con una speciale “programmazione digitale”.

    MERCOLEDì SANTO - 8 APRILE 2020 Ore 14.30 Evangelizzazione, testimonianze e canti in preparazione al Triduo pasquale. Tema: “Gesù, salvezza che non si svende”

    ***** Ore 15.00 Via crucis: “Italia, lascia passare la croce di Gesù” Per ognuna delle 14 Stazioni sono state scelte 14 Diocesi d’Italia: Bolzano-Bressanone - Bergamo - Verona - Reggio Emilia - Firenze - Perugia - L’Aquila - Napoli - Reggio Calabria - Nicosia (EN) - Sassari - Latina - Isernia/Venafro - Manfredonia/Vieste/San Giovanni Rotondo (FG). Partendo dal Nord fino al Sud e poi da Ovest a Est sarà “tracciata” una croce che attraversa tutto il Paese, toccando i 4 punti cardinali, passando di casa in casa, per condividere il gesto in piena comunione spirituale attraverso un apposito sussidio.

    ***** Ore 18.30 Celebrazione Penitenziale in diretta dalla Cappella della Sede Nazionale del RnS in via degli Olmi. Presiede la liturgia S. Em. il Card. Mauro Piacenza, Penitenziere Maggiore. Attraverso i mezzi digitali, con un testo liturgico di sussidio, si potrà vivere un’esperienza di fede e di riconciliazione nell’impossibilità di accedere al Sacramento della Confessione, alle condizioni previste, emanate dai Decreti appositamente pubblicati dalla Santa Sede.

  • Riportiamo qui di seguito nota stampa inviata da AcquaEnna. acquaenna

    “A seguito dell'aggiornamento sull'andamento dei lavori di riparazione dell'acquedotto Ancipa attualmente ancora in corso a causa della complessità dell'intervento, da parte della Società Siciliacque, giusta nota prot. n. 12196/19 del 19/12/2019, ACQUAENNA SCPA comunica il programma di ripresa dell'erogazione idrica, come di seguito specificato, anche in considerazione delle necessità di accumulo dei serbatoi afferenti ai sistemi idrici distributivi di ciascun Comune:

    per i Comuni di Agira e Gagliano Castelferrato dalle ore 10.00 del 20/12/2019;

    per il Comune di Enna: dalle ore 16.00 del 20/12/2019;

    per i Comuni di Aidone, Calascibetta, Piazza Armerina e Valguarnera: dalle ore 20.00 del 20/12/2019.

    Si precisa che l'interruzione idrica è stata determinata da una rottura verificatasi lungo la condotta dell'acquedotto "Ancipa" non di competenza di questa Società”.

  •  

    La Sala Cerere si è trasformata in laboratorio creativo in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2019; sono stati coinvolti, in gruppi de amicis cereresuccedutisi nel corso della giornata,  gli alunni degli Istituti Comprensivi "E. De Amicis" e "Santa Chiara", diretti rispettivamente da Filippo Gervasi e Maria Concetta Messina. L'azione, dal titolo "Uso e riuso: per un pianeta senza plastica", organizzata dall'Amministrazione Comunale, dalla Società SRR Enna Provincia Ato 6 e dal Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana, è stata patrocinata dalla Prefettura, dall'ARPA Regionale, dall'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Enna, dal Libero Consorzio Comunale (già Provincia), dall'Università Kore, dall'ASP 4 e da Acqua Enna.

    Le attività ennesi, condotte dalla biologa Rosa Termine sia in classe che all'aperto, hanno mirato a rafforzare la consapevolezza della necessità della riduzione dei rifiuti, suggerendo degli esempi su come ridurre i rifiuti nella vita di tutti i giorni, adottando alcune abitudini sostenibili come, quelle di evitare gli imballaggi, responsabili del 40% del peso e del 55% del volume dei Rifiuti Solidi Urbani prodotti; in Sala Cerere gli alunni sono stati guidati nella realizzazione di mangiatoie per uccellini per i mesi più freddi, utilizzando materiale di recupero come bottiglie di plastica o cartoni del latte o di succo di frutta, e a riutilizzare i semi della zucca come cibo da inserire nelle mangiatoie costruite. Le insegnanti Alessandra Barbera, Anna Cacciato, Giuseppina Cammarata, Loredana Spinnato, Maria Antonia La Paglia, Maria Rita Guasto, Cettina Attardo, Maria Grazia Gulina, Maurizia Cerami, Cettina Russo e Rosamaria Riccobene con la cooperazione delle studentesse di Scienze della Formazione Primaria dell'Università "Kore" di Enna, Irene Livera, Agnese Perna e Alisea Cufari, hanno guidato i bambini nelle attività laboratoriali; ovviamente, il lavoro propedeutico dei docenti in classe è stato indispensabile e significativamente efficace.

     "La riduzione, il riuso, il riciclo sono realtà possibili, oltre che auspicabili. Il percorso didattico è stato strutturato con l'obiettivo di rafforzare nei ragazzi la consapevolezza della problematica «rifiuti» e delle relative soluzioni proponibili, anche di quelle applicabili a livello familiare o addirittura personale." ha dichiarato la biologa Rosa Termine.

    Infine, numerosi i giocattoli e i libri che i bambini hanno raccolto, aderendo all'iniziativa "RiGiocattolo e RiLibro: dai loro una seconda vita, se non li usi più - 2019"; tali giocattoli e libri per ragazzi sono stati consegnati a Mario Savoca e Federico Emma dell'associazione di volontariato "La Tenda" per distribuirli, durante la manifestazione "Epifania di solidarietà - 2020", ai bambini, anche di famiglie che vivono in particolare stato di disagio.

  • Presso la Prefettura di Enna si è svolta oggi una prima riunione in vista dei lavori di rifacimento dello svincolo di Enna sull’autostrada A19 (Palermo-Catania), il cui inizio è previsto per la fine del prossimo mese di marzo con notevoli impatti sulla viabilità. a19 enna

    I lavori, non ulteriormente differibili a causa delle criticità rilevate sull’asse viario in parola, prevedono interventi di grande importanza strutturale, i cui tempi di realizzazione sono stimati in circa 700 giorni.

    All’incontro erano presenti, oltre ai vertici dell’ANAS e del Provveditorato Interregionale delle Opere Pubbliche, i rappresentanti dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e dei Trasporti, i vertici delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del fuoco, del Libero Consorzio Comunale, della locale ASP e dei Sindaci dei Comuni i cui territori potranno essere interessati dalle variazioni della circolazione in programma.

    Nel corso della riunione è stata focalizzata l’attenzione sulla necessità di approntare una dettagliata pianificazione delle arterie stradali da individuare quali alternative prima dell’inizio dei lavori, in vista di eventuali interventi da realizzare sulle stesse per garantire la sicurezza, tenuto conto dell’intenso flusso di traffico da cui saranno interessate a breve.

    Non sono stati trascurati, inoltre, i riflessi sulla viabilità alternativa conseguenti alla già programmata partenza del Giro d’Italia nel prossimo mese di maggio da questa Provincia, l’intensificazione del flusso di mezzi pesanti provenienti da altre province della Regione che conferiscono i rifiuti presso la discarica di Cozzo Vuturo, nonché eventuali possibili disagi derivanti da condizioni meteorologiche avverse.

    Inoltre, è stata sottolineata l’esigenza di assicurare percorsi dedicati ai mezzi di soccorso in caso di situazioni di emergenza, nonché di avviare un continuo monitoraggio con costanti interventi sulle strade alternative che saranno individuate, al fine di arginare la possibilità di eventuali incidenti.

    A conclusione dell’incontro, è stata ravvisata l’opportunità di procedere a sopralluoghi da parte dei competenti organi tecnici, volti a sincerare la percorribilità reale delle diverse soluzioni viarie prospettate, le cui risultanze saranno oggetto di condivisione nell’incontro già fissato per il prossimo 3 febbraio presso la Prefettura di Enna, al quale parteciperanno anche i deputati nazionali e regionali, tutti i Sindaci della Provincia, l’Ufficio del Genio Civile nonché le organizzazioni sindacali e di categoria.

  • Un documento unitario, sottoscritto da Casartigiani, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, CNA e Unimpresa, è stato inviato ai sindaci e ai consiglieri comunali di tutta la provincia per chiedere una riduzione delle imposte locali. imposte locali
    Ecco il testo qui di seguito.
    “Egregi Amministratori,
    In questi anni le imprese hanno sostenuto un importante peso fiscale che, in particolare per la piccola impresa, è stimato da diversi osservatori e centri studi nel 60% del reddito di impresa, con percentuali maggiori nelle regioni del SUD. Anche gli Enti locali svolgono un ruolo importante nell’imposizione fiscale subita dalle imprese, infatti le imposte locali sono ai massimi livelli in quasi tutti i Comuni.
    Al netto di tutte le giustificazioni che possono portare al massimo le imposte, appare evidente che lo scenario economico che abbiamo davanti ci obbliga a chiederVi di abbassare le aliquote. A seguito della diffusione del cosiddetto “Coronavirus” viviamo momenti di enorme difficoltà. Ci sono interi settori produttivi che stanno collassando in tutto il territorio nazionale determinando provvedimenti urgenti da parte del Governo, e oramai diversi Osservatori internazionali e autorevoli Ministri usano quotidianamente il termine recessione.
    Tutto questo ci obbliga in modo unitario e in rappresentanza del comparto imprenditoriale, a chiedere alle comunità ed a chi le amministra una riflessione sulla tutela dei propri sistemi produttivi, che presto si troveranno a fronteggiare una importante crisi di liquidità, e che necessitano di risorse per programmare la propria sopravvivenza.
    Vi chiediamo di attivarvi per un provvedimento di riduzione delle aliquote di IMU e Tasi, per gli immobili che costituiscono beni strumentali per l’esercizio dell’attività d’impresa, nonché di rivedere i regolamenti che disciplinano i vari tributi locali a carico delle attività produttive e la loro entità.
    Siamo disponibili ad un incontro nei tempi e nei modi che l’attuale emergenza ci potrà consentire, anche per affrontare le questioni relativamente alle azioni utili per fronteggiare l’attuale crisi.
    Certi che comprenderete le nostre istanze rimaniamo in attesa di un riscontro”.

  • Il Comune di Enna comunica che i cittadini sono tenuti a continuare ad attenersi, sino alla data del 13 aprile, alle disposizioni contenute nell’ordinanza contingibile e urgente n°14 del 03.04.2020 del Presidente della Regione Siciliana e, quindi: enna bassa

    - le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare;

    - è vietato l’accesso e/o il rientro nel territorio comunale, con mezzi di trasporto pubblici o privati, da parte di ogni soggetto proveniente dai Comuni di cui all’art.3 dell’ordinanza presidenziale n.14/2020, con le sole tassative eccezioni di cui al medesimo articolo;

    - è vietata la pratica di ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale, compreso il divieto per tutte le attività motorie di minori, anche accompagnati;

    - gli spostamenti con l’animale da affezione, per le sue esigenze fisiologiche, sono consentiti solamente in prossimità della propria abitazione;

    - è vietato l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco, nelle rivendite di tabacchi;

    - è vietata l’apertura, nei giorni domenicali e festivi, di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole;

    - l’accesso ai passeggeri nei mezzi di trasporto pubblico urbano è consentito nella misura massima del 40% dei post omologati, in ogni caso garantendo la distanza minima di un metro tra i passeggeri, con l’obbligo di delimitare adeguatamente lo spazio riservato al conducente;

    - sono sospesi gli eventi e le manifestazioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, comprese le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo;

    Sono integralmente recepiti dall’ordinanza presidenziale n.14/2020, con efficacia sul territorio regionale, i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8, 9, 11 e 22 marzo 2020 e le ordinanze del Ministro della Salute del 20.03.2020 e del Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 28.03.2020;

    Sono confermate e prorogate, per il periodo di validità della presente ordinanza, le prescrizioni ed i divieti di cui all’ordinanza sindacale n.27 del 23 marzo 2020.

    E’ consentito, in caso di necessità, alle persone affette da disabilità intellettive e/o relazionali, con l’assistenza di un accompagnatore, svolgere una breve passeggiata giornaliera in prossimità della propria residenza o domicilio.

    E’ autorizzato l’accesso alla Villa comunale Torre di Federico da lunedì 6 aprile e fino al 2 maggio delle persone autistiche, con Adhd, con disabilità fisiche e/o intellettive, con disturbi del neurosviluppo e deficit neurosensoriali, residenti nel comune di Enna, accompagnate da un adulto, preferibilmente un familiare, fermo restando l’obbligo in capo ai fruitori della Villa di rispettare le disposizioni normative vigenti in materia di contenimento del contagio e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

    L'ingresso alla Villa comunale Torre di Federico potrà avvenire in maniera contingentata a turni della durata di 30 minuti per un massimo di 6 persone alla volta (tre utenti e tre accompagnatori), dal lunedì alla domenica, dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle 18,30. A tale scopo sarà necessario effettuare una prenotazione il giorno precedente l’accesso alla Villa, contattando il numero telefonico 093540548 o l’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

    L’accompagnatore dovrà produrre, all’atto della prenotazione e/o delle successive verifiche, documentazione medica attestante lo stato di salute del soggetto accompagnato.

    La mancata osservanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dalla legge vigente.

  • Il primo incontro ufficiale della Lega Sud Sicilia, che si è svolto nei giorni scorsi all’hotel Federico II di Enna, ha eletto Graziella Manno come coordinatore regionale del partito. Sarà affiancata da un ufficio di presidenza composto dal presidente della Lega Sud Sicilia, il siracusano Ciccio Midolo, dalla catanese Laura Amata, responsabile dell’organizzazione, e dalla palermitana Marina Sorrentino. Graziella Manno
    Nella stessa occasione sono stati nominati i coordinatori di quattro province. Per Palermo ci sarà Beppe Cannizzaro, a Messina Daniela Di Ciuccio, a Catania, Salvo Marischi e per Agrigento, Nino Sguali. Siracusa e Enna sono temporaneamente coperte dal presidente e dal coordinatore regionale. Nelle prossime settimane il partito promuoverà degli incontri con le altre forze politiche e chiederà un confronto con il governatore Nello Musumeci.
    Graziella Manno, nata a Catania nel 1970, vive a Enna e lavora presso Riscossione Sicilia spa. Coltiva da anni l’interesse per la politica. Nel 2018 è stata socio sostenitore della Lega Salvini Premier.
    «La Lega Sud – ha dichiarato la neo coordinatrice regionale Graziella Manno – si pone fuori dagli schemi tradizionali destra-sinistra. Il nostro obbiettivo è porre la questione Sicilia, e in generale quella di tutto il Sud, al centro del dibattito politico. Oggi. – conclude – per rispondere alle aspettative dei siciliani non vedo futuro se non quello di avviare un nuovo partito che affermi con più incidenza l’autonomia siciliana».

  •  

    Classe '73 nativo di Milazzo, avvocato, iscritto nella fascia professionale A dell'albo nazionale dei segretari comunali e provinciali,Girolamo di Fazio e Salvatore Pignatello 1280x720 vasta esperienza amministrativa negli enti locali, Salvatore Pignatello  è il nuovo segretario del Libero Consorzio Comunale di Enna. Subentra al collega, Alberto D'Arrigo in carica dal settembre 2018. La nomina con determinazione del commissario straordinario, Girolamo Di Fazio è avvenuta a seguito della pubblicizzazione della vacanza della sede con avviso all'albo dei segretari comunali e provinciali. Lascia il Comune di Termini Imerese dove il neo segretario era stato nominato dallo stesso commissario straordinario, Girolamo Di Fazio, allora nelle vesti di commissario del Comune. Un rapporto fiduciario già consolidato che permetterà di avviare il programma e gli obiettivi che il nono commissario dell'Ente si è posto, durante il suo mandato prima della ricostituzione dell'organo politico delle ex Province. L'insediamento ufficiale è avvenuto stamattina, lunedì 30 marzo in un Palazzo semivuoto a causa della emergenza sanitaria da Covid- 19 dove ad attenderlo lo stesso Commissario. "Sono pronto ad affrontare questa nuova sfida- ha dichiarato il neo segretario-  convinto che oggi più che mai occorrerà un lavoro di squadra al quale ognuno di noi, ciascuno secondo le rispettive competenze, ruoli e professionalità è chiamato a dare il meglio per superare ed affrontare questa inattesa e quanto mai difficile emergenza. Si sperimenteranno nuove modalità di relazioni lavorative tra i dipendenti, i funzionari e i dirigenti già in lavoro agile, utilizzando gli strumenti informatici a disposizione, per continuare a garantire nel migliore dei modi i servizi all'utenza e l'espletamento delle funzioni in capo all'Ente".  ​