DEDALOMULTIMEDIA
12-12-19

Enna

  •  

    l’Archivio di Stato di Enna organizza una mostra documentaria dedicata agli eventi sportivi che hanno avuto come location la cittàgiornata di carta di Enna e il suo circondario a partire dal Dopoguerra. Seguendo il percorso espositivo, attraverso la documentazione d’archivio, il visitatore potrà scoprire, conoscere e rivivere le principali manifestazioni organizzate in un periodo storico caratterizzato dalla ripresa delle attività sportive dopo il loro arresto dovuto agli eventi bellici. Ampio spazio è dato ai libretti, con il programma e il regolamento delle singole gare, alle cartoline e depliant pubblicitari, stampati e distribuiti al folto pubblico, nonché alla documentazione ufficiale come le Disposizioni prefettizie o gli atti prodotti dal Comitato provinciale del C.O.N.I di Enna. Sono ricordate alcune tra le più celebri competizioni automobilistiche: la Targa Florio e in particolare le sue tre edizioni, dalla XXXII alla XXXIV, che nel triennio 1948-50 furono abbinate al Giro automobilistico di Sicilia, con il passaggio per le strade della provincia e la tappa di Enna; la Settimana Motoristica Ennese, istituita nel 1949, che comprendeva due importanti eventi la Coppa della Montagna e il Premio Pergusa – cosiddetto della “cravatta di Enna” a causa della caratteristica conformazione del tracciato – e che richiamava una grande partecipazione popolare; la Gara delle Tre Provincie sul percorso Agrigento – Caltanissetta – Enna – Gela – Caltanissetta; infine la Coppa Città di Enna, corsa di velocità organizzata per la prima volta nel 1961 e che si disputava sulla pista dell’Autodromo del Lago di Pergusa. Accanto alle gare automobilistiche erano ampiamente pubblicizzate anche le competizioni ciclistiche, molto seguite dagli appassionati e dai numerosi spettatori che affollavano le strade provinciali. Tra le più riuscite il Giro ciclistico delle tre Provincie, che si snodava tra le province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna, e la gara su strada Coppa biennale “Lago Pergusa”, valevole per il Campionato regionale. Inoltre non mancano documenti riguardanti gli eventi di altre discipline sportive come la Coppa Città di Enna di atletica leggera, la IV fase regionale del Gran Premio Italia di marcia, il VII Trofeo della Regione di pattinaggio su strada e infine il Campionato siciliano di sci nautico nella splendida cornice del Lago di Pergusa.

  •  

    L’Ordine degli Architetti di Enna ha organizzato un ciclo di seminari dal titolo “Il mestiere dell’architetto” con il patrocinio del Locandina Il mestiere archComune di Enna, della Consulta Regionale degli Architetti P.P.C., del Consiglio Nazionale degli Architetti e della Fondazione Inarcassa, che si terranno presso la sede dell'Ordine nel mese di Ottobre e nel mese di Novembre .

    “Obiettivo del ciclo di incontri - dice il Presidente Tonino Rizza - è promuovere la qualità dell’architettura e la rigenerazione urbana, elemento portante dei progetti che verranno illustrati dai relatori”. Gli incontri, aperti agli iscritti all’Ordine, ai quali verranno riconosciuti dei Crediti Formativi Professionali e anche ai non addetti ai lavori, nascono con la volontà di dare un impulso propositivo sia agli iscritti che alla città. I temi introdotti mirano a suggerire possibili percorsi professionali e di ricerca come anche possibili soluzioni o iter di rilancio e rigenerazione urbana. L’intento è quello di promuovere la cultura architettonica e rinnovare la sensibilità nei confronti dell'ambiente, del paesaggio e dei territori. Tutto ciò per testimoniare che l'architettura non riguarda solo gli architetti o i costruttori ma, soprattutto, i cittadini in quanto fondamentale per la loro qualità della vita.  

  •  

    Si è svolto martedì 19 novembre il secondo incontro del ciclo “Il mestiere dell’architetto” organizzato dall’Ordine degli architettoArchitetti di Enna. Il presidente dell’Ordine Antonino Rizza a sottolineato l’importanza della creazione di un dialogo con le Amministrazioni per la possibilità di bandire, quanto meno per i lavori più importanti, dei concorsi di progettazione, comunicando che l’Ordine degli Architetti di Enna ha siglato l’atto di intesa con il CNA (Consiglio Nazionale Architetti) che consente alle Amministrazioni della Provincia di Enna di potere utilizzare gratuitamente la piattaforma www.concorsiawn.it per gestire on line in maniera del tutto trasparente le differenti fasi di un concorso di progettazione.

    Gli incontri, curati da Sebastiano Fazzi, componente del Gruppo Operativo Concorsi del CNA, aperti agli iscritti all’Ordine, ai quali verranno riconosciuti dei Crediti Formativi Professionali e anche ai non addetti ai lavori, nascono con la volontà di dare un impulso propositivo sia agli iscritti che alla città. I temi introdotti mirano a suggerire possibili percorsi professionali e di ricerca come anche possibili soluzioni o iter di rilancio e rigenerazione urbana. L’intento è quello di promuovere la cultura architettonica e rinnovare la sensibilità nei confronti dell'ambiente, del paesaggio e dei territori.

  •  

    Operazione della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Enna - Tenenza di Nicosia che, nelle scorse settimane, ha datonebros esecuzione a diverse misure di custodia cautelare nei comuni di Cesarò (ME), San Teodoro (ME).

    Tra i soggetti destinatari delle misure restrittive figurano elementi di spicco della criminalità organizzata di stampo mafioso operante nel territorio dei Nebrodi, coinvolti a vario titolo per i reati di “abuso d’ufficio”, “turbata libertà degli incanti” e “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche”, commessi con l’aggravante del “metodo mafioso”.

    La presente attività di Polizia Giudiziaria scaturisce dall’evolversi della vicenda giudiziaria relativa all’operazione Nebros II; nell’ambito della sopraccitata operazione, in data 19.11.2018, personale della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Enna aveva dato esecuzione a n. 15 ordinanze cautelari emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Caltanissetta. Ai destinatari del provvedimento restrittivo veniva contestato a vario titolo il delitto di turbata libertà degli incanti, commesso avvalendosi della forza intimidatrice derivante dall’appartenenza all’organizzazione mafiosa “Cosa Nostra”, ed in particolare delle famiglie mafiose operanti nei Nebrodi.

    Nelle settimane successive agli arresti del novembre 2018, eseguiti dalle Fiamme Gialle ennesi, il Tribunale del Riesame di Caltanissetta, disconosceva l'aggravante del “metus” mafioso, e con ordinanza disponeva l'annullamento del provvedimento restrittivo e la scarcerazione di tutti i destinatari delle citate misure cautelari.

    Avverso tale ordinanza, la Procura Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, nella persona del Procuratore Capo, Dott. Amedeo Bertone, unitamente al Pubblico Ministero titolare delle indagini, Dott. Pasquale Pacifico, proponeva ricorso in Corte di Cassazione.

    A testimonianza della bontà delle indagini e delle conclusioni formulate dall’Autorità Giudiziaria inquirente, la Corte di Cassazione ha di recente accolto il ricorso presentato, sancendo e riconoscendo il metodo mafioso perpetrato dai seguenti indagati:

    Sebastiano FOTI BELLIGAMBI, nato a San Teodoro (ME) il 19/09/1970;

    Giuseppe FOTI BELLIGAMBI, nato a San Teodoro (ME) il 12/02/1972;

    Giovanni FOTI BELLIGAMBI, nato a Bronte (CT) il 21/04/1994;

    Anna Maria DI MARCO, nata a San Teodoro (ME) il 31/03/1977;

    Federica PRUITI, nata a Bronte (CT) il 20/07/1978;

    Angioletta TRISCARI GIACUCCO, nata a Cesarò (ME) il 11/10/1977;

    Vita CAVALLARO, nata a Bronte (CT) il 11/08/1980;

    circostanza aggravante che il Tribunale del Riesame aveva inizialmente escluso.

    Ad oggi, in esito alle nuove determinazioni del Tribunale del Riesame di Caltanissetta, formulate a seguito dell’accoglimento del ricorso da parte della Corte di Cassazione, sono stati complessivamente emessi ed eseguiti:

    n. 2 provvedimenti che hanno disposto l’applicazione della misura cautelare della custodia agli arresti domiciliari nei confronti di:

    Giuseppe FOTI BELLIGAMBI, nato a San Teodoro (ME) il 12/02/1972;

    Angioletta TRISCARI GIACUCCO, nata a Cesarò (ME) il 11/10/1977;

    n. 1 provvedimento impositivo della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di:

    Sebastiano FOTI BELLIGAMBI, nato a San Teodoro (ME) il 19/09/1970.

    L’operazione NEBROS II della Guardia di Finanza di Enna s’inquadra nel più ampio contesto della lotta alla criminalità organizzata e della tutela della spesa pubblica, nella prospettiva di un’allocazione più trasparente ed efficiente di finanziamenti nazionali e comunitari garantendo attenta azione di controllo nelle procedure di affidamento di aree demaniali, in un territorio montano difficilmente accessibile e non di facile controllo, a tutela delle operose comunità montane in esso attive rispettose della legalità.

  • Proprio in questi giorni, il Lincoln di Enna ha registrato, ancora una volta, l’ennesimo successo sia formativo che umano: due suoi alunni speciali, Salvatore Provenzano e Marzia Bonvissuto, hanno ottenuto 100 come votazione finale agli Esami di Stato. salvatore provenzano

    L’’inclusione scolastica, come ha ribadito il Dirigente del Lincoln Prof. A. Di Dio, è la chiave del successo formativo per tutti. La qualità della scuola si misura sulla sua capacità di sviluppare processi inclusivi di apprendimento che, muovendo dall’integrazione dei ragazzi disabili, portano al raggiungimento del successo formativo di tutti.

    Salvatore Provenzano è un alunno della V A dell’indirizzo linguistico, autistico ad alto funzionamento, appassionato di motori e auto d’epoca, molto bravo nelle lingue straniere particolarmente nella pronuncia. E’ anche grazie alla professionalità dell’insegnante di sostegno, Prof. ssa Valentina Milazzo, che lo ha seguito dal primo anno delle superiori e che quest’anno è stata affiancata dalla dott.ssa Vanessa Di Venti, che Salvatore, circondato sempre dall’affetto dei compagni di classe e supportato dai docenti e ovviamente dalla famiglia, è riuscito ad entusiasmare, con la sua proverbiale prova orale oltre per l’ottimo risultato delle prove scritte, tutta la commissione esaminatrice.

    Marzia BonvissutoNon meno commovente la prova dell’allieva della V C Marzia Bonvissuto, alunna diversamente abile dalla proverbiale dolcezza che, durante l’orale, è stata sostenuta da una delle due insegnanti di sostegno, la prof.ssa Angela Rinaldi, la quale ha guidato l’alunna lungo un” viaggio” attraverso il tempo, collegando così le diverse discipline. Il viaggio è stato ideato in sinergia con l’altra insegnante di sostegno, prof.ssa Annamaria Corradino, docente abile nell’aver saputo cogliere quel talento pittorico in Marzia così da farle dipingere una tela raffigurante la celebre poesia di Leopardi “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” che è stata la “trama” della prova orale, quadro poi regalato, in accordo con la famiglia, al Preside a testimonianza del felice periodo trascorso al Lincoln.

    La referente BES /DSA e responsabile Inclusione, prof.ssa Alda L. Di Dio, ha voluto sottolineare come il riconoscimento della diversità come valore e delle differenze come risorsa, debba essere la sfida al tradizionale ruolo del docente specializzato e per il sostegno e per alunni BES e DSA, che, proprio in questa realtà scolastica, evolve nell’innovativa figura di co-docente, ampliando l’orizzonte inclusivo.

    L’alunno “diverso” interroga ogni giorno e ogni giorno chiede qualità. L’esperienza del Lincoln può diventare un modello di buone prassi inclusive e di come proprio le differenze degli alunni si siano trasformate in risorsa e stiano sviluppando, via via, processi di cambiamento e di innovazione metodologico/didattiche e strutturali di qualità e di successo formativo per tutti.

  •  

    Saranno le squadre: Don Bosco Aidone2000, Leonfortese è l’Enna Calcio ha partecipare al triangolare di calcio della 18° Edizionecardaci della Coppa “Vito Cardaci”. Il Rettore Paolo Vicari nella qualità di organizzatore dell’evento augura a tutte le squadre partecipanti un buon divertimento, ma soprattutto una grande fortuna, e di raggiungere i traguardi prefissati nei campionati dove sono iscritti.

    Il Torneo si svolgerà Domenica 25 Agosto dalle ore 16,30 al campo Comunale Gaeta, con tempi di 40’. Si spera in una cospicua presenza di spettatori a seguire l’evento sportivo, è l’occasione per festeggiare il ritorno dell’Enna Calcio nel campionato di Eccellenza ma anche per non dimenticare l’indimenticabile Vito Cardaci, uomo che ha dato tanto alla crescita dello Sport in Provincia di Enna.

  •  

    L'Associazione Italiana Dislessia (AID)  da il via 4° edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, che si terrà dal 7 al 13 ottobre aid2019, in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week.  
    Come per le scorse edizioni,
     anche quest'anno è previsto un articolato programma di eventi di informazione e sensibilizzazione, organizzato su tutto il territorio nazionale da oltre 1.000 volontari, parte di 95 sezioni provinciali AID, in collaborazione con 300 tra enti pubblici e istituti scolastici.
    Il temadella manifestazione quest'anno è "Diversi e Uguali: promuoviamo l'equità" a sottolineare il valore della diversità di ogni persona, da tutelare attraverso pari diritti e opportunità, per una società realmente inclusiva.

    Sabato 12 ottobre dalle 10:00 alle 13:00 l'evento "Dislessia: basta segreti!" presso la sede
    dell'
    Ass. "Il Mondo a Colori", Via Pergusa 102, ad Enna
    L'evento sarà l'occasione per ricevere indicazioni su come riconoscere i segnali predittivi della dislessia ed avere informazioni sulla legge e disposizioni per i dislessici adulti nel mondo del lavoro e universitario. Ingresso libero e gratuito: per info 320 6155782

  • Cultura e turismo per ridare slancio all’economia cittadina. E’ questo il percorso che l’amministrazione comunale si è dato e dove castello di lombardias’innesta una bella notizia. Da gennaio, finalmente dopo quasi un decennio, sarà possibile ripercorrere l’anello attorno il Castello di Lombardia. “Entro i primi giorni di ottobre – dice l’assessore comunale al Turismo Francesco Colianni – il Genio civile farà smontare il cantiere ancora in essere. Da quel momento il Comune potrà mettere mano ad una riqualificazione del percorso che riapriremo entro gennaio”. L’amministrazione punta tanto ad un miglioramento dell’intera area che trova il suo punto forte nel Castello. C’è tanto ottimismo ed infatti, anche senza proclami, le stime annuali del pagamento del ticket vengono date al rialzo. “La prima previsione – continua Colianni – prevedeva un introito annuo di circa 150 mila euro, faremo meglio. I primi dati giornalieri dei biglietti ci confortano”. Com’è noto tutto l’introito verrà reinvestito nei monumenti cittadini. Per l’area del Castello entro fine anno il Comune investirà ben 495 mila euro, dei quali 300 mila euro sui Capannicoli. Mentre Colianni ha previsto una spesa di 170 mila euro per la Torre Harem del Castello che diventerà un centro permanente di mostre con il cortile sistemato e fruibile. Infine 25 mila euro serviranno per rifare la stradella che porta alla Rocca di Cerere in condizioni veramente pietose.

    Paolo Di Marco

  •  

    Nel pomeriggio di ieri, martedì 1 ottobre, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Enna hanno denunciato a piede libero S.S.,carabenna ventiquattrenne, ennese, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri hanno notato il ragazzo, in compagnia di un altro soggetto e di due minorenni, uscire dalla villa della torre di Federico con fare accorto. Insospettiti, i militari hanno sottoposto a perquisizione personale il giovane, sorprendendolo in possesso di undici grammi di hashish e di un ingente somma di denaro contante, circa 3.000 euro, di cui non è stato in grado di indicarne la provenienza. Accompagnato in caserma per gli ulteriori accertamenti del caso, il ragazzo è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per la detenzione della droga e del denaro, rispettivamente oggetto di scambio e verosimile provento dell’attività illecita di spaccio. Nel contesto, l’altro giovane, trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente detenuta per uso personale, veniva segnalato quale assuntore alla locale Prefettura 

  •  

    I furti in abitazione destano particolare preoccupazione nella popolazione in quanto, oltre a generare un danno economico, implicano spesso un forte danno emotivo, foto refurtiva operazione jewel thieves 3causando un vero e proprio trauma dovuto alla violazione della propria sfera privata.

    Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Direzione Centrale della Polizia Criminale, al fine di rendere sempre più incisiva l’azione di prevenzione e contrasto di tali reati, ha promosso nei giorni scorsi la realizzazione di un Action day, giornata dedicata alla lotta dei furti in appartamento, in alcune aree territoriali interessate dal fenomeno delittuoso in esame.

    Sono state invitate le Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza ad esaminare in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica le misure da intraprendere in chiave preventiva e repressiva.

    In particolare, in Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Puglia e Sicilia, le Forze di polizia e le polizie locali hanno operato sinergicamente realizzando servizi mirati a prevenire e a contrastare in maniera strutturata i furti in abitazione, particolarmente frequenti nella stagione estiva.

    In provincia di Enna hanno preso parte 152 operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

    In ambito nazionale, complessivamente, 4.772 operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie locali. Sono state denunciate 29 persone per ricettazione, 27 soggetti sono stati denunciati ed altri 13 sono stati arrestati con specifico riguardo al reato di furto in abitazione. Sono stati, altresì, sequestrati oltre 76.200 euro e diversi effetti personali, quali proventi di furto.

    Ad avvalorare la costante attenzione delle Forze di polizia di questa provincia per il contrasto a questo odioso fenomeno, si ricorda anche l’operazione "jewel thieves" dello scorso 12 giugno 2019, condotta sinergicamente dalla Polizia di Stato e dall'Arma dei carabinieri, e coordinata dalla procura della repubblica di Enna, che ha consentito l'arresto di 4 soggetti, resisi responsabili di una serie di furti in appartamento nella zona di Enna bassa durante il periodo delle feste natalizie.

  •  

    L’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) organizza una Giornata di Tipizzazione che avrà luogo il 29 novembreadmo 2019: dalle 9.00 alle 13.00 presso il Centro Trasfusionale dell’Ospedale Umberto I di Enna, dove medici e volontari spiegheranno le modalità e i requisiti per diventare donatori. Anche quest’anno ADMO Enna non manca al consueto appuntamento con la Giornata di Tipizzazione, una giornata che si organizza per informare e sensibilizzare la popolazione sulla donazione volontaria e trovare nuovi donatori per dare concrete speranze di vita a tutti i malati di leucemia e di gravi patologie del sangue, attraverso il trapianto di midollo osseo. I requisiti necessari sono un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, un peso corporeo di almeno 50 kg ed un buono stato di salute generale (nel link si possono trovare le patologie escludenti https://admo.it/patologie-escludenti-la-donazione-dimidollo-osseo/ ). La disponibilità del donatore rimane valida fino al raggiungimento dei 55 anni. Una volta effettuata la tipizzazione, attraverso prelievo del sangue periferico o tampone salivare, il donatore entrerà a far parte dell'ADMO e sarà iscritto nei registri dell'IBMDR - Italian Bone Marrow Donor Registry – Registro nazionale Italiano Donatori di Midollo Osseo. In questo registro il DNA verrà paragonato ai DNA di tutte le persone malate, in attesa di trapianto, sia a livello Nazionale che internazionale. Appuntamento, dunque, da non perdere il 29 novembre perché con una semplice donazione si può salvare la vita di qualcun altro. L’occasione sarà buona anche per trovare nuovi volontari che vogliano entrare a far parte della grande famiglia ADMO ed eventuali ditte o copisterie che siano disponibili per la stampa di nuovi moduli di iscrizione.

  •  

    Il teatro Garibaldi di Enna ha ospitato la “due giorni” della giornata mondiale dell’Alzheimer che ha avuto come atto finale una tavola giornataAlzheimerrotonda dove sei esperti del settore , Bruno su aspetti legali, Caraci su Nuove prospettive terapeutiche , La Greca su l’importanza della prevenzione , Zappalà sull’invecchiamento e le prospettive, Zappulla sulla Istituzionalizzazione del demente e Millia sulla realtà della provincia di Enna hanno tratto il tema “Le demenze ed i disturbi cognitivi in provincia di Enna, stato dell’arte e prospettive”. La celebrazione è iniziata con la rappresentazione dell’opera “Radici” del regista palermitano Egidio Termine che ha fatto riscoprire la Sicilia degli anni ’50 . I sei esperti hanno trattato la malattia nelle sue varie fasi con l’annuncio che qualcosa si muove nella ricerca non per debellare ma per ritardare la malattia , quali potrebbero essere i possibili interventi, lo stato della malattia in provincia di Enna dove si registrano 2200 malati e i pochi centri ricettivi esistenti, sperando che l’Asp Enna possa aiutare Aima nel suo impegno in favore delle famiglie e dei malati.

  •  

     

    Inaugurato ieri, lunedì 9 dicembre 2019, il consueto Albero di Natale realizzato dai Volontari Avo, presso l’Ospedale Umberto I di Albero di Natale AVO 2019Enna. Un momento di profonda commozione che, come ogni anno, fa sentire forte la presenza dei Volontari presso la struttura ospedaliera, e non solo, che, con la realizzazione dell’albero, hanno voluto anche quest’anno testimoniare il senso profondo del Natale, un senso di rinascita e di speranza che proviene dal cuore e dona una nuova luce a chi lo sente nel profondo.

    “Anche quest’anno – commenta Alice Amico, presidente AVO Enna – si è acceso l’albero AVO, in un momento di convivialità, fra nuovi e vecchi Volontari, fra giovani e meno giovani, tutti con un comune denominatore: voglia di portare un sorriso, conforto e amore”.

    Ma gli appuntamenti di dicembre con i Volontari AVO non si esauriscono qui, infatti, venerdì 13 i Volontari saranno al Centro di accoglienza Santa Lucia per augurare Buon Natale agli ospiti della struttura tra dolciumi e musica.

    Mercoledì 18 sarà la volta degli auguri ai degenti di tutti i reparti dell’Ospedale Umberto I dove, con la partecipazione dei ragazzi del servizio civile dell’Asp 2019, verranno donati pensierini accompagnati da dolci melodie natalizie.

    Dal 19 al 23 dicembre i Volontari AVO parteciperanno ai mercatini di Natale organizzati dalla CNA, presso la Galleria Civica.

    Lunedi 23 Dicembre i Volontari AVO Enna ed il M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) Enna saranno insieme per portare la "Luce della Pace" da Betlemme all'ospedale Umberto I di Enna. Il 27 dicembre la “Luce della Pace” sarà portata presso il Centro di Accoglienza Santa Lucia. Un gesto dal profondo significato di pace e fratellanza fra i popoli, se si tiene conto del fatto che questa Luce proviene da una lampada, alimentata dall’olio donato da tutte le Nazioni cristiane della terra, che arde da secoli nella Chiesa della Natività di Betlemme. A dicembre di ogni anno da quella fiamma ne vengono accese tante altre che vengono diffuse in tutto il mondo.

    “È bello realizzare – sottolinea il presidente AVO - che tante persone, ogni anno, decidano di intraprendere un percorso di volontariato rivolto verso la solitudine, la fragilità e la malattia. Tanti gli aspiranti volontari che si accingono alla fine del 31°corso di formazione AVO Enna, aspiranti che, certamente, saranno i volontari di domani. L’AVO – conclude – è sempre pronta ad accogliere chiunque vorrà donare un po' del proprio tempo e del proprio amore a chi attraversa momenti di difficoltà”.

  • In corso da questa mattina i lavori di posa della fibra ottica che interessa la cosiddetta "Balata", ovvero Piazza Matteotti nell'intersezione con la Via Roma. balata lavori

    I lavori si protrarranno fino a giovedì (compreso) allorquando interesseranno anche il tratto iniziale della Via Pergusa, con possibili rallentamenti del transito veicolare.

    Il comando della Polizia Locale invita i cittadini ad usufruire, per quanto possibile, di percorsi alternativi o di tenere conto, nei loro spostamenti, dei possibili disagi derivanti dai lavori.

  •  

    Si terrà il 27 novembre ’19 dalle ore 8.30 nei locali della sala Cerere del comune di Enna – palazzo Chiaramonte- il convegnoconvegno inail INAIL “Dalla parte di chi si prende cura: il care-giver”, in collaborazione con l’università Kore, ha ottenuto il patrocinio del comune di Enna e dell’ASP EN. Dopo i saluti delle autorità, tra i relatori, oltre che professionisti di rilievo della sede INAIL di Enna, sarà presente il prof. G. Presti – professore associato di Psicologia, Università degli Studi Kore di Enna e l’avv. F. Alba - patrocinante in cassazione del libero Foro di Catania. Proprio L’esperienza maturata con il Progetto “New man, new life” - ideato e coordinato dalla dr.ssa Irene Varveri, funzionario socio educativo della sede INAIL di Enna - e frutto della collaborazione tra INAIL, attori professionisti e cinque comuni della provincia, per infortunati sul lavoro e familiari, ha contribuito a far crescere la consapevolezza dell’importanza della funzione del caregiver e della necessità che tale ruolo venga riconosciuto e valorizzato. Il caregiver, figura che il più delle volte coincide con il familiare che si prende cura del malato inguaribile o con invalidità permanente, svolge un ruolo di grande valore sociale, umano e anche economico. Sono, tuttavia, ben noti i danni alla salute e al benessere psicologico che egli può subire, nonché le gravi limitazioni alla sua vita sociale. Questo convegno, aperto al pubblico ed accreditato per la formazione professionale continua all’ordine degli Avvocati e all’ordine Assistenti Sociali, vuole dare un contributo alla definizione della figura del caregiver ed alle modalità di tutela ma vuole anche informare e stimolare il dibattito.

  • Al fine di rafforzare la presenza sul territorio dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante della Legione CC Sicilia, Generale allievi carabinieriCataldo, ha destinato anche al Comando Provinciale dei Carabinieri di Enna diversi militari provenienti dalle Scuole Allievi, al termine del previsto periodo di formazione.

    In questi giorni i carabinieri hanno raggiunto le nuove rispettive sedi e sono stati ricevuti dal Comandante Provinciale Colonnello Saverio Lombardi. Nella circostanza, alla presenza dei rispettivi Comandanti di Compagnia, hanno ricevuto le prime necessarie informazioni sulle peculiarità del contesto ambientale nell’ambito del quale saranno chiamati ad operare sin dalle nelle prossime ore, nonché indicazioni sulla necessità di assicurare la giusta prontezza e professionalità al cittadino che si rivolge all’Arma.

    In particolare sono otto le unità trasferite rispettivamente presso le Stazioni di Barrafranca, Pietraperzia, Regalbuto, Catenanuova, Villarosa, Assoro e Agira, ciò al fine di rafforzare determinate aree della provincia particolarmente impegnative sotto il profilo operativo.

  •  

     

    "Ieri pomeriggio, insieme ai sindaci dei Comuni tristemente colpiti dalle alluvioni del 2018, alla Protezione Civile e ad altri portavoce giarrizzo2del Movimento 5 Stelle, abbiamo parlato degli interventi attesi a seguito dell'anomala ondata di maltempo che colpì tantissimi comuni della nostra Isola, l'anno scorso. Tra questi anche Aidone, Cerami, Troina, Agira, Piazza Armerina, Barrafranca e Catenanuova in provincia di Enna". Lo comunica il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Giarrizzo.

    "Non solo gli interventi previsti per le popolazioni, - continua il deputato - ma anche quelli rivolti ai settori agricoli e commerciali, al ripristino delle infrastrutture e dei servizi. Ovviamente, si è discusso di prevenzione e manutenzione, nonché dell'attivazione degli appositi fondi e risorse necessari per fronteggiare la gravità dei danni provocati". 

    E va avanti: "Ci incontreremo nuovamente entro massimo 60 giorni per fare il punto, soprattutto con i rappresentanti dei liberi consorzi. Inoltre, entro il mese di novembre, dovrebbe essere stilata la Graduatoria Unica Regionale che terrà conto di tutti i danni registrati dalle attività non agricole, a seguito delle alluvioni. Aggiungo che sono sorpreso della scarsa partecipazione all'incontro di ieri delle amministrazioni dei comuni dell'Ennese e mi auguro maggiore partecipazione nei prossimi incontri". 

    "Ricordo che grazie al Proteggi Italia, - conclude Giarrizzo - abbiamo messo in piedi il più grande piano contro il dissesto del territorio mai fatto, con ben 11 miliardi di euro per interventi contro il dissesto idrogeologico nel triennio 2019-2021, oltre ai 3 miliardi di euro nel triennio per l'emergenza delle 17 regioni colpite dal maltempo nell'autunno scorso".

  •  

     

    Venerdì 27 Settembre anche per l’istituto Lincoln di Ennaè scattata l'ora della terzo Global strike for future, lo sciopero mondiale per il lincolnclima nato dalla protesta pacifica della studentessa svedese Greta Thunberg contro lo scarso impegno della politica sui cambiamenti climatici. Quella degli alunni del Lincoln , come ha ricordato il D.S. Prof. A. Di Dio nel complimentarsi con i suoi alunni, è stata una costruttiva e sensibile manifestazione che ha registrato momenti altamente formativi oltre che attivi. Dopo l’ incontro conoscitivo in Auditorium con l’ esperto delle politiche ambientali , gli allievi, già muniti degli attrezzi necessari e di grande entusiasmo, hanno pulito il cortile antistante l’ ingresso della scuola e il parco dando un segnale non solo simbolico ma anche concreto. Questa è solo una delle tante iniziative green a cui l’ Istituto ha aderito ma, grazie anche agli spazi di cui dispone, non resterà isolata.

    Alda Luana Di Dio

  • Approvate ieri in consiglio comunale la Rendicontazione dell’esercizio finanziario 2018 e le variazioni di bilancio. municipio enna

    Tutto è andato secondo le previsioni, con la maggioranza che ha votato compatta, ai quali si è aggiunto anche il voto dei consiglieri della Lega. A votare contro i consiglieri di Pd, Movimento 5 Stelle e Patto per Enna. Tra questi ultimi hanno però votato solamente i capigruppo per consentire l’approvazione.

    Con tale atto da ieri sono stati stabilizzati i 92 lavoratori ASU, d’ora in avanti dipendenti comunali a tutti gli effetti.

    Approvato anche l'emendamento che destina i fondi per i lavori di rifacimento della copertura dell'autodromo di Pergusa.

  •  

    Entra nel vivo la settimana di prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili presso il Presidio Ospedaliero Umberto I di Enna, uno dei centri siciliani asp trasmissione sessualeindividuati per realizzare gratuitamente i test. Le giovani e i giovani, appartenenti alla fascia di età 18/40, possono rivolgersi direttamente all'equipe dedicata all'evento, costituita, tra altri, da urologo, ginecologo, ostetrica e infermiere, per ricevere informazioni e consulenze. Potranno effettuare, direttamente e senza ricetta del medico di famiglia, i test su HIV, Papilloma Virus, Sifilide, Gonorrea, Epatiti e Clamidia. Per promuovere l'informazione e la partecipazione dei più giovani, sono in corso incontri nelle scuole superiori. L' Ambulatorio è situato al pianoterra presso l'Ospedale Umberto I di Enna, adiacente all'Unità Operativa di Patologia Clinica e al Servizio Medicina Trasfusionale, e sarà attivo fino a sabato 30 novembre ogni giorno dalle ore 8.00 alle ore 17.00; domenica 1 dicembre dalle 8.00 alle 12.00. Tra i test gratuiti, è possibili effettuare il prelievo del sangue per Epatiti, Sifilide e HIV; per la ricerca di Clamidia, Trichomonas e Gonorrea, il tampone vaginale e uretrale, l'esame urine per i soggetti di sesso maschile. In Sicilia negli ultimi 10 anni sono stati accertati 443 casi di sifilide, di cui 43 solo nel 1° semestre 2019; inoltre, ogni anno si rilevano più di 250 nuove infezioni da HIV, con una diffusione maggiore tra i maschi di età tra i 25 e 44 anni e tra le donne straniere. Questi ed altri dati hanno indotto l'Assessorato Regionale della Salute ad avviare la campagna di prevenzione delle Malattie Sessualmente Trasmissibili, attualmente in corso.