DEDALOMULTIMEDIA
19-11-19

cna

  •  

    Trentasei ore di riposo. Un impasto di grani antichi siciliani che riprende la tradizione ennese di utilizzare grano duro assieme a cna pizzaquello tenero della tradizione napoletana. Timilia, Maiorca e semina rimacinata sono la base di un impasto morbido dal sapore deciso per ospitare ingredienti forti della tradizione ennese. Tuma, salsiccia locale e piacentino DOP.
    Questa la pizza che l'associazione ennese pizzaioli CNA ha presentato ieri all'iniziativa dal titolo "Pizza, caratteristiche, valore e opportunità" e che a partire da stasera troverete a disposizione al Pizza Enna Fest.
    Battezzata alla presenza dei vertici CNA e dell'Amministrazione comunale, la Pizza Ennese è stata oggetto di un interessante dibattito a cui hanno partecipato importanti relatori: Gabriele Rotini, Segretario Nazionale Cna Agroalimentare; Tindaro Germanelli - Segretario regionale CNA Agroalimentare; Alfio Spina - Ricercatore del CREA e Sandra Greco- nutrizionista.
    "La pizza è uno dei settori con le migliori performance dell'economia italiana - ha dichiarato il responsabile nazionale Agroalimentare CNA, il dottor Rotini - che occupa più di 100 mila pizzaioli, 200 mila nei fine settimana. E' un fenomeno in grandissima diffusione che ha abbandonato da tempo le caratteristiche di cibo veloce ed economico per diventare un piatto indennitario e di qualità." Rotini, che è stato uno dei principali attori del riconoscimento della pizza da parte dell'Unesco, ha espressamente individuato nelle caratteristiche della pizza ennese qualità specifiche uniche che la distinguono da quella prodotta nel resto di Italia. Diversità riprese dal responsabile regionale Germanelli che ha individuato nel percorso di certificazioni la soluzione migliore per dare valore a un prodotto fortemente riconoscibile.
    Caratteristiche che l'intervento del Dott. Spina, ha spiegato sulla base delle reologia dei prodotti usati nell'impasto. Il dott. Spina ricercatore del CREA che ha fornito una importante carrellata sulle principali caratteristiche dei grani, fornendo importanti indicazioni sullo sviluppo di impasti con un uso più ampio di prodotti locali e genuini.
    Genuinità garantita da un impasto che usa farine "integre" che contengono la parte migliore dei grani siciliani.
    Genuinità che come ha successivamente ripreso la Dott.ssa Greco, conosciuta nutrizionista ennese, è alla base di uno stile di vita sano e longevo. "La pizza è un ingrediente buonissimo ma con un impatto importante che può essere gustato al meglio se si osservano alcune regole che favoriscono la sua digeribilità e la tolleranza da parte dell'organismo". Regole a cui si presta la massima attenzione.
    Così la pizza ennese vuole essere sana, ma anche straordinariamente buona.

  • Alle ore 18 apre i battenti il Pizza Village, dando il via al Pizza Enna Fest, la manifestazione ideata dalla CNA e dalla Associazione pizza festPizzaioli Ennesi CNA con il coinvolgimento di molti pizzaioli e delle aziende aderenti all’Associazione Pizzaioli: Fratelli Vigneri, Liolà, Mediterranea, Pinocchio, Pizza Smile, Pizza telefono. 

    L’iniziativa prevista dal 5 all’8 settembre prevede show-cooking, laboratori, esibizioni e l’assaggio della pizza ennese, una pizza speciale creata per l’occasione.

    Nata dalla collaborazione tra più pizzaioli, utilizza ingredienti tipici, Piacentino DOP, Tuma e salsiccia dei Nebrodi su un impasto che utilizza farine siciliane di grano tenero, Maiorca e grano duro, timilia e semina di grano dura rimacinata.

    Proprio l’uso delle farine ricavate dal grano duro, in alternativa all’impasto con la sola farina di grano tenero di tipo 00 è quello che caratterizza la pizza dell’ennese e che vuole essere il punto di forza e di partenza di un progetto importante di valorizzazione del prodotto e delle aziende ennesi.

    Per questa ragione Venerdì 6 alle ore 10.00 presso la Galleria Civica di Enna si terrà un seminario dal titolo: “Pizza: Caratteristiche, valore e opportunità”. Presenti: Piero Giglione - Segretario CNA Sicilia, l’amministrazione comunale, Gabriele Rotini, Segretario Nazionale Cna Agroalimentare, Tindaro Germanelli - Segretario regionale CNA Agroalimentare, Alfio Spina - Ricercatore del CREA e Sandra Greco- nutrizionista , Filippo Correnti- Portavoce dei Pizzaioli Ennesi CNA,   Filippo Scivoli - Presidente Provinciale e Angelo Scalzo, Presidente comunale CNA di Enna.

    L’occasione sarà particolarmente interessante per una riflessione sulle importanti opportunità economiche offerte dal mercato della pizza.

    Un mercato sempre più rilevante dell’economia italiana con centinaia di migliaia di operatori e lavoratori interessati e al centro di notevoli tendenze in tema di digeribilità e salubrità e che sta coinvolgendo importanti chef nella preparazione di vere e proprie pizze Gourmet.  

  •  

    Ieri, presso la sede della CNA DI ENNA, si è tenuta una importante riunione informativa riguardante la corretta gestione dei Rifiuti assemblea cnaSpeciali ed Assimilati.

    All'incontro presenti i vertici della CNA di Enna, il Presidente prov.le Filippo Scivoli, il Presidente comunale Angelo Scalzo, i referenti di CNA istallazione impianti Paolo Piscopo, Silvio Randazzo e Valentino Savoca.

    Era presente anche un referente della Società di gestione rifiuti del Comune di Enna Ecoennaservizi, il quale ha relazionato all’assemblea su come è organizzato il servizio smaltimento rifiuti speciali e come attuare un corretta differenziazione e gestione dello smaltimento dei rifiuti speciali.

    Numerose le Imprese ennesi presenti dei settori istallazione ed edilizia, che hanno posto molti quesiti ai quali il referente della ecoennaservizi ha risposto prontamente chiarendo molti dubbi all’assemblea tutta.

    Questa importante iniziativa, hanno dichiarato i vertici di CNA, intende informare e formare le imprese interessate ad una corretta gestione dei rifiuti speciali.

    Le nostre imprese, concludono i responsabili prov,.li di CNA, hanno mostrato una spiccata sensibilità nel voler adempiere al meglio a questi obblighi, in vista non solo del pesante quadro sanzionatorio previsto, ma anche per il pieno rispetto mostrato nei confronti dell'ambiente.

    La Cna continuerà ad organizzare questi appuntamenti formativi anche con le altre categorie per dare gli strumenti e le informazioni necessarie alle imprese interessate e quindi mettere in perfetta regola le attività delle imprese associate.

     

  •  

    Nel pomeriggio di oggi si è svolto presso la sede di CNA Associazione di Enna l’incontro volto a promuovere  l’iniziativa “Make it cnaArt, Make it Lab”, per realizzare un progetto sperimentale al fine di promuovere il mondo dell’artigianato d’arte e il mondo della formazione.

    Dopo settimane di progettazione si è tenuto l’incontro con i Partners: Università degli Studi di Enna Kore, CNA  Artistico e Tradizionale, CNA Sicilia, CNA Associazione di Enna, Ordine degli Architetti di Enna, Ordine degli Architetti di Caltanissetta, Ordine degli Architetti di Agrigento, Ordine degli Architetti di Ragusa, Liceo Artistico Regionale  “Luigi e Mario Cascio” di Enna, Istituto Professionale Statale “Federico II”, Rocca di Cerere Geopark.

    Tra gli obiettivi dell’incontro c’è la volontà di creare una rete tra i professionisti e le imprese, rafforzando le collaborazioni con gli enti coinvolti.

    L’iniziativa prevede delle fasi per la realizzazione di un percorso in cui si tenterà di far partecipare imprese, Maestri Artigiani, Università e scuole. L’inizio delle attività progettuali è previsto per il periodo di settembre/ottobre 2019, e la fine è prevista per aprile/maggio 2020.

    Il percorso verrà diviso in 5 fasi: durante la prima fase si cercherà di avere il quadro completo delle imprese, dei professionisti e del numero di studenti che potranno partecipare; nella seconda fase saranno previste attività seminariali  e sessioni di discussioni partecipate; durante la fase tre si avranno i processi di abbinamento tra imprese e designers, seguite poi da quelle tra il partenariato appena istituito e gli studenti; la quarta fase prevede la realizzazione dei manufatti e la quinta ed ultima fase del progetto prevede la loro esposizione presso la Galleria Civica. 

    Le fasi creative dell’intera iniziativa si potranno seguire passo passo sui social e tramite la stampa.

    “Il progetto Make it Art, Make it Lab è stato fortemente voluto, parte dalla CNA di  Enna e diventa progetto pilota nazionale” - ha affermato Presidente Nazionale Artistico e Tradizionale CNA Andrea Santolini - a Roma guardiamo con particolare interesse questo progetto che riteniamo molto importante e prestigioso ”

    A lui si aggiunge anche Angelo Scalzo, Presidente regionale di Artistico e Tradizionale, dirigente della CNA di Enna, “il connubio Artigiano- architetto è alla base non solo della riuscita del progetto, ma anche dello sviluppo del settore”. Concetto rimarcato anche dagli Ordini che “hanno aderito con entusiasmo alla proposta di CNA” come dichiarato da Tonino Rizza presidente di Enna,  Per il Presidente dell’ordine degli Architetti di Ragusa Salvatore Scollo “Il progetto è una grande opportunità per l’ordine degli architetti, per gli studenti e per le attività artigianali locali, è importante il rilancio di 2 figure fondamentali, l’architetto designer e l’artigiano locale che insieme aiutano lo studente a mettersi in gioco e seguire le attività.” 

     “Un’iniziativa molto interessante perchè mette insieme  il lavoro dei professionisti, soprattutto per chi si occupa di designer,  e gli artigiani che si impegneranno nella realizzazione di oggetti di designer artistico - dichiarano Liro Scarciotta, Caltanissetta e Giuseppe Lalicata, Agrigento -  E’ intendimento del nostro ordine quello di rilanciare la figura dell’architetto in tutte le sfaccettature.” 

    Presenti anche le scuole e l'università. Per la Dirigente scolastico Liceo artistico “Cascio” Graziella Bonomo “questo progetto sarà sicuramente molto utile per i nostri giovani e per la crescita della nostra comunità”. Per Giuseppina Gugliotta del Federico II “un oppoprtunità non indifferente per i ragazzi, ci auguriamo nasca una possibilità concreta  per costruire il loro futuro”

    Presente anche il Prof. Burgio, uno degli ideatori del progetto “per il quale c’è la massima disponibilità da parte della facoltà di architettura che in questo modo realizza appieno la terza missione a cui gli atenei sono chiamati”

  • Dopo il successo della pizza ennese e del Pizza Enna Fest, torna a riunirsi l’Associazione Pizzaioli Ennesi CNA. pizza festL’appuntamento è per Martedì 29 ottobre alle ore 9.30 presso i locali della CNA di Enna in Via Emilia Romagna, 3.

    Una assemblea aperta sia agli imprenditori pizzaioli che ai tanti addetti al mondo della pizza, per riallargare il confine della Associazione e rafforzare il prodotto ennese. La riunione è aperta a tutte le pizzerie che vogliono condividere il percorso di crescita della pizza ennese e delle imprese ennesi che la producono.

    “Abbiamo modificato il regolamento per consentire la partecipazione più ampia, allargando la partecipazione anche ai pizzaioli dipendenti - ha dichiarato il portavoce Filippo Correnti - l’obiettivo è quello di costruire un progetto ampio che coinvolga quante più professionalità possibili”

  •  

    Una assemblea partecipata, che accresce il numero di aderenti alla associazione e che rafforza il progetto di valorizzazione della pizzaAssociazione Pizzaioli Ennesi Cna ennese si è tenuta martedì 29 ottobre presso i locali della CNA di Enna. Un incontro voluto dalle aziende che per prime hanno sposato l'iniziativa dell'associazione e che vogliono coinvolgere sempre più colleghi attorno ad un progetto importante ricco di aspettative. Si è parlato delle iniziative che l'Associazione intende svolgere nei prossimi mesi. Azioni di promozione della pizza ennese, ma anche di tutela delle aziende e di azioni per favorire la competitività. All'incontro hanno partecipato imprenditori e anche diversi pizzaioli, infatti con la modifica dello statuto, l'associazione ha aperto al partecipazione anche ai singoli pizzaioli. Già è in cantiere un incontro formativo di aggiornamento sull'uso di attrezzature e farine e la partecipazione di un rappresentante al campionato nazionale Pizza DOC che si terrà a Salerno a metà novembre. Il ventaglio di attività è veramente ampio, così come le potenzialità di questa Associazione.

  •  

    Make it Art, Make il Lab è un progetto finalizzato mettere in comunicazione il mondo dell’Artigianato con il Design e la cnaProgettazione e con quello della formazione. Esistono importanti opportunità nel mondo dell’Artigianato artistiche spesso non colte a causa del fatto che non esistono reti consolidate tra operatori. Quindi, artigiani, designer, scuole e università tutti insieme in un laboratorio permanente per promuovere innovazione e reti, un living lab, voluto e ideato dal sistema CNA, dal corso di laurea in Architettura dell’Università Kore, dagli Ordini degli Architetti di Enna, Ragusa, Agrigento e Caltanissetta, dall’Associazione Disegno industriale e dagli Istituti scolastici “Cascio”, “Federico II” e “Alessandro Volta”. Il progetto prevede innanzitutto un incontro frequente tra imprese e progettisti sul tema dell’oggetto del design e dell’Arredamento di interni, da queste collaborazioni nascerà il coinvolgimento degli studenti che, seguiti da scuole e università, parteciperanno ai progetti nati dall’incontro di Artigiani e Designer. Il progetto sarà presentato Mercoledì 20 novembre alle ore 14.30 presso i locali della Facoltà di Ingegneria e Architettura. Parteciperanno all’incontro il neo Presidente della Kore Fausto Severino, i docenti della facoltà di Architettura Francesco Castelli e Gianluca Burgio, il presidente nazionale della CNA Artistico e Tradizionale Andrea Santolini e quello Regionale Angelo Scalzo, della CNA Siciliana Nello Battiato, e delle CNA di Enna e Ragusa, Filippo Scivoli e Giuseppe Santocono, il presidente della delegazione ADI Sicilia Andrea Branciforti, degli ordini degli Architetti di Enna e Ragusa, Tonino Rizza e Giuseppe Scollo,  e le dirigenti degli istituti scolastici aderenti, Il liceo Artistico “Cascio” Dott.ssa Bonomo, dell’Istituto Professionale “Federico II” dott.ssa Gugliotta e dell’Istituto Volta Dott.ssa Ciraldo.