DEDALOMULTIMEDIA
27-01-21

BiagioScillia

  •  

    Sono state approvate lo scorso martedì in sede di giunta municipale alcune modifiche al Piano Sosta proposte dall'assessore Biagio parcheggiScillia dopo un approfondito studio dei dati fin qui raccolti e una fase di confronto con i rappresentati degli studenti della UniKore e con il Prof. Salvatore Cardinale, Ombudsman della stessa università. 

    "Come promesso - ha dichiarato l'Assessore Scillia - abbiamo proceduto a modifiche semestrali dettate dall'analisi dei risultati che sono stati prodotti. Questa volta è toccato all'esenzione per gli studenti universitari che per ragioni di studio sono domiciliati ad Enna e che potranno posteggiare senza ticket in tutto il territorio comunale.

    È stata inoltre disposto l'innalzamento della fascia reddituale da settemila a novemila euro, per accedere all'esenzione, nonché la possibilità del pagamento semestrale dell'abbonamento. Ringrazio i rappresentanti degli studenti universitari che avevo già incontrato qualche mese fa e con i quali avevo avviato un confronto costruttivo e l'Ombudsman Salvatore Cardinale con cui abbiamo definito questa scelta. Avevo rassicurato tutti che la proposta sarebbe stata fatta e, seppur con i tempi della burocrazia, così è stato. Ci sono stati circa 40 giorni di ritardo ma sono giustificati, nel corso dei quali è stato comunque possibile ricevere le istanze da parte degli universitari".

    "Un altro ulteriore aspetto - conclude Scillia - che sarà affrontato a breve, che esula dal Piano Sosta ma che è stato oggetto di confronto con il Prof. Cardinale sulla base di quanto richiesto dagli studenti, riguarda la possibilità che il servizio urbano, una volta a settimana, possa allungare la fascia oraria serale, proposta sulla quale ritengo che non ci saranno problemi".

  • La costituzione della figura dell’ispettore ambientale nasce dall’obiettivo di divulgare un nuovo concetto di smaltimento dei rifiuti che ad oggi supera il 50% e, con l’introduzione di questa nuova importante ispettore ambientalefigura, aumenterà certamente. L’ispettore ambientale si occuperà della verifica e il controllo delle Utenze non Domestiche in base a quanto previsto dal calendario della Raccolta differenziata per evitare che talune utenze non domestiche espongano l’indifferenziato anche nei giorni in cui non è previsto il ritiro. Indifferenziato in cui sono presenti anche rifiuti che andrebbero avviati al recupero (come plastica, carta, vetro etc.); verifica e il controllo delle Utenze Domestiche in base a quanto previsto dal calendario della Raccolta differenziata e, in particolare, presso le utenze condominiale per le quali non è possibile individuare l’utente del condominio che non effettua la differenziata correttamente; verifica e il controllo degli operatori mercatali, i quali disattendono in toto l’ordinanza sindacale abbandonando i rifiuti prodotti nell’area dove si svolge il mercato; contrasto al volantinaggio selvaggio; controllo e monitoraggio delle Isole Ecologiche al servizio delle utenze ricadenti nel territorio non servite dal porta a porta; attività di contrasto all’abbandono incontrollato dei rifiuti con la conseguente creazione di microdiscariche diffuse nel territorio comunale; infine, la verifica e il controllo delle utenze che non utilizzano il Kit fornito dalla società per l’esposizione dei rifiuti. L’Ispettore ambientale volontario potrà esclusivamente segnalare alla polizia municipale le irregolarità rilevate e non potrà in alcun modo fare multe: solo la polizia municipale può accertare gli illeciti e procedere con i verbali, queste figura avranno una loro sede dedicata all’interno degli uffici della Polizia Municipale e un’auto di servizio per consentirne gli spostamenti. A darne l’annuncio l’Assessore Biagio Scillia.