DEDALOMULTIMEDIA
21-09-20

Assemblea Territoriale Idrica

  • Come era nelle previsioni dopo la richiesta di commissariamento dell'Ati (assemblea territoriale idrica) da parte del acquasindaco di Centuripe Elio Galvagno, l'assessorato Regionale per l'energia guidato da Alberto Pierobon ha inviato una nota di diffida al presidente dell'Ati di Enna, Maurizio Dipietro e per conoscenza all'assemblea dell'Ati alla società Acquaenna e alla procura della Corte dei conti, con la quale si danno 30 giorni di tempo per la convocazione dell'assemblea che deve esprimersi sul passaggio , diciamo così, di consegna dall'Ato idrico all'Ati .

    Qui di seguito il testo integrale della nota della regione-

    Con Decreto del Presidente della Regione n.6 14/GAB del 16/1 1/2018 è stata istituita la Commissione tecnica presso I'A.T.O. Idrico in liquidazione di Enna a norma dell'art. 12, comma 4, l.r. n. 19/2015 con il compito di verificare eventuali inadempimenti contrattuali del Gestore Acquaenna s.c.p.a..

    Nella considerazione che la suddetta Commissione ha terminato i lavori di competenza, con la consegna della relazione finale il 18/04/2019, comunicando "..di non avere rilevato inadempienze contrattuali tali da imporre la risoluzione del contratto di gestione con la società Acquaenna s.c.p.a...' , si ritiene che sia necessario, al fine di dare certezza all'assetto del servizio idrico integrato nell'ambito territoriale di Enna, che I'A.T.I., effettuate le valutazioni di competenza, concluda in tempi brevi gli adempimenti per la valutazione dell'eventuale subentro nella convenzione con il gestore del servizio.

    Tali adempimenti sono stati già sollecitati all'ATl, con nota prot.5325/Gab del 27/05/2019.

    Si evidenzia nuovamente che il MATTM pone come condizione imprescindibile, ai fini del finanziamento degli interventi, che il SII sia a regime e che sia stato affidato nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente o, in ogni caso, che il servizio idrico integrato sarà a regime alla data del 1 0 gennaio 2021.

    Tutto ciò premesso, considerata la rilevanza della materia ed il rischio di perdita di finanziamenti con gravi refluenze sul piano ambientale, ed in particolari le procedure di infrazione (2004/2034, 2009/2034, 2059/2014) e su quello di resa del servizio all'utenza, si diffida la S.V. a porre in essere ogni utile iniziativa e per ultimo convocando l'assemblea dell'A.T.l., in modo che la stessa possa esprimersi entro 30 giorni dalla notifica della presente.

    Si comunica altresì che trascorso infruttuosamente il termine di cui sopra, si attiveranno i poteri sostitutivi nei confronti del Presidente dell'A.T.I., con la nomina di un Commissario ad acta che procederà alla convocazione dell ' Assemblea.

    Firmato l'Assessore Alberto Pierobon e il Dirigente Generale Salvatore Cocina

  • Sono 15 su 19 i sindaci della provincia di Enna che hanno chiesto al presidente dell'Assemblea Territoriale Idrica, Maurizio Dipietro la convocazione urgente maurizio dipietro 25 01dell'Assemblea per il subentro delle funzioni, competenze personale e contratto di servizio dal Consorzio Ato Enna 5 all'Ati di Enna.

    I sindaci interessati sono quelli dei Comuni di Aidone, Assoro, Calascibetta, Catenanuova, Centuripe, Cerami, Gagliano, Leonforte, Nissoria, P.Armerina, Regalbuto, Sperlinga, Troina, Valguarnera e Villarosa.

    Nella loro richiesta i sindaci in questione evidenziano anche le somme relative ai finanziamenti che potrebbero perdersi se non dovesse avvenire il passaggio di consegne dall'Ato Enna 5 all'Ati di Enna.

    Nel dettaglio queste le somme a disposizione di molti comuni dell'ennese:

    • Rete idrica Aidone (S. Anna), per un importo di euro 2.124.990,13; 

    • Rete idrica Centuripe, per un importo di euro 4.899.142,73;

    • Rete idrica Cerami, per un importo di euro 1.264.800,00;

    • Adeguamento impianto depurazione Aidone, per un importo di euro 1.076.978,91;

    • Adeguamento impianto depurazione Enna, per un importo di euro 4.820.478,49

    • Adeguamento impianto depurazione Pietraperzia, per un importo di euro  775.815,37;

    • Adeguamento impianto depurazione Regalbuto, per un importo di euro 1.553.245,12;

    • Adeguamento impianto depurazione Troina (c.da Schiddaci), per un importo di euro 1.235.132,75;

    • Adeguamento impianto depurazione Troina (c.da S.Michele Vecchio), per un importo di euro 1.235.132,75.

    Investimenti per un totale di 18.985.716,26 euro già finanziati con fondi del "Patto per la Sicilia" e con fondi della Legge 388/2000 a seguito della rimodulazione dell'Accordo di Programma Quadro.

    Ormai la lotta strisciante tra la stragrande maggioranza dei sindaci e il presidente dell'Ati, il sindaco di Enna Maurizio Dipietro è arrivata ad un punto di non ritorno.

    Con la convocazione dell'assemblea dell'Ati che a questo punto sembra inevitabile è anche possibile che lo stesso consesso possa chidere le dimissioni dello stesso Dipietro che non gode più di alcuna fiducia.