CulturArt

Castello a Mare: “ jazz sotto le stelle”

Si parte dalla premessa

Che Delle molte strade che un musicista può percorrere per esprimere il suo amorepalermo a mare per l’arte praticata, i nostri jazzisti siciliani hanno scelto di sicuro quella più schiva dalle luci della ribalta, quella che non persegue spasmodicamente l’affermazione personale, quella, insomma, che (apparentemente) è la meno gratificante: la condivisione della musica con gli altri, soprattutto con i giovani.

Vocazione insolita per chi, come i jazzisti, abitualmente tendono ad una forte dimensione individualistica, ad un insopprimibile bisogno di manifestare al più presto il proprio talento ed al desiderio, peraltro comprensibile, di primeggiare sul palco e sotto i riflettori. Infatti essi hanno scelto di dedicare buona parte delle proprie energie a diffondere la conoscenza e l’amore per il jazz tra i giovani e lo hanno fatto nella convinzione che, oltre allo studio della tecnica musicale e dello strumento, dovesse trasmettere loro soprattutto i valori fondanti del jazz, il come si dovrebbe vivere questa musica, il rispetto per essa; insomma, le chiavi d’interpretazione, anche esistenziali, della figura del jazzista. Una vera “scuola di pensiero” che non si limita a impartire regole ed esercizi ma considera ogni allievo, pur alle prime armi, già come “collega” e in lui cerca di individuare le precipue potenzialità che è in grado di esprimere.

La considerazione da fare è

che gia' si sono già svolti eventi analoghi in diversi comuni della Sicilia come a Carini col “Jazz estate 2016” dentro il castello della famosa “Baronessa” dal 14 al 17 Luglio ed a Petralia Sottana presso il rifugio Marini dal 21 al 24 Luglio 2016 oltre ad agosto a Castelbuono con l'estate del Jazz e che per un jazzista, soprattutto se giovane, diventa un occasione importante ed impegnativa per esibirsi con pezzi di quelli che hanno fatto la storia del jazz, con predilezione per il repertorio di Miles Davis e Duke Ellington da potersi suonare nella nostra Citta' che, non da meno delle altre, vanta lustri precedenti di eventi analoghi avvenuti nel passato allo stadio, ecco perchè nasce l'esigenza quindi di redigere la presente istanza finalizzata ad attivare la sensibilita' artistica del Sindaco, affinchè si possa instaurare tale iniziativa riproponendola stavolta sotto una veste inedita dentro il Castello a mare di Palermo, consultando le stesse associazioni musicali che gia stanno operando nel territorio siciliano, come gia' detto in epigrafe, affinchè i nostri concittadini possano anch'essi godere unitamente ai turisti che sicuramente verranno verranno da tutto l'hinterland Palermitano e dai capoluoghi limitrofi per assistere ad un momento “magico” come il nostro amato capoluogo merita essendo capitale della cultura del 2018!

Arch. Fabrizio vella