Ultime

dunarea de jos 2018

Enna – Il Napoleone Colajanni a “Buongiorno Regione” su Rai3

Partecipazione alla rubrica “Buongiorno Regione” del TGR Sicilia ieri, mercoledì 2 Maggio, per una delegazione di studenti dell’I.I.S. “Napoleone Colajanni”, impegnati nel progetto alternanza scuola-lavoro. L’invito in tv su Rai3 è avvenuto in seguito alla riapertura al pubblico al Liceo Classico di Enna della biblioteca intitolata a Savatore Mazza e dell’inaugurazione del Centro Studi intitolato alla figura di Napoleone Colajanni. istituto colajanni rai3

A guidare la delegazione di studenti la dirigente scolastica Maria Silvia Messina, la tutor scolastica del progetto Tiziana Buono e la tutor aziendale del progetto Marcella Gianfranceschi. In rappresentanza del Polo Bibliotecario Provinciale di Enna e della Soprintendenza Luigi Maria Gattuso.

La Prof.ssa Messina, durante il suo intervento, ha illustrato tutti i particolari dell’iniziativa con la nuova biblioteca “Salvatore Mazza” che sarà d’ora in poi aperta al pubblico per la consultazione del suo patrimonio librario. L’impegno dell’istituto scolastico, ha dichiarato la Prof.ssa Messina, sarà quello di celebrare ogni anno la figura di Napoleone Colajanni, illustre politico ennese vissuto tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento.

La Prof.ssa Tiziana Buono ha, invece, elencato i cimeli legati alla vita di Colajanni donati alla scuola dalla nipote dello statista, la Dott.ssa Letizia Colajanni: la pergamena di laurea, un frammento della corteccia dell’albero a cui si appoggiò Garibaldi ferito nell’Aspromonte, un prezioso portasigarette intarsiato appartenuto al politico quando esercitava la professione di medico di bordo e circa venti libri con appunti autografi.

L’importanza della rete delle trenta biblioteche di Enna e dell’azione formativa tesa a creare i bibliotecari del terzo millennio attraverso i progetti di alternanza scuola-lavoro è stato l’oggetto dell’intervento del Dott. Gattuso.

Spazio anche agli studenti con l’intervento di Antonino Cassarà, portavoce degli alunni impegnati nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

“Il progetto – ha dichiarato - si è rivelato di grande valore formativo. Ci siamo trovati nei panni di bibliotecari, portando avanti la catalogazione, l’etichettatura e la collocazione dei libri. Da parte nostra è maturato l’orgoglio di avere fatto qualcosa di utile per la nostra scuola, la nostra città e la collettività, grazie anche al grande impegno, alla passione, alla competenza ed alla fantasia di chi di biblioteche se ne intende e ci lavora”.

“Con i ragazzi – ha commentato infine la bibliotecaria Marcella Gianfranceschi, referente del Polo Bibliotecario Provinciale di Enna - si è riuscita a creare una sinergia ed uno spirito di collaborazione tutto particolare. Emozionante la scoperta dello stereoscopio Marzocchi, un sofisticato strumento degli anni ’20 con dentro un tesoro, sessanta lastre in vetro al bromuro d’argento, con scene della prima guerra mondiale visibili in 3D. La fatica, la polvere e l’impegno profuso dai ragazzi – ha concluso Marcella Gianfranceschi - di venire a lavorare anche d’estate è stato ripagato da scoperte meravigliose”.

Nella nuova biblioteca del liceo classico di Enna anche una particolare coincidenza: al numero mille dell’inventario è stato catalogato il diploma di laurea di Napoleone Colajanni, l’ospite d’onore, il padrone di casa del centro studi che porta il suo nome.

Filippo Occhino

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna