Proteste.doc.com.it

Rotatoria…mistero senza fine…bello

 

La premessa è lunga ma doverosa, pazienza! La rotatoria o rondeau alla francese, è un tipo di la rotonda dell ospedaleintersezione a raso (cioè le strade che afferiscono ad essa sono poste sullo stesso piano senza intersecarsi) fra due o più strade. Assolve alla funzione di moderazione e snellimento del traffico. L'incrocio fra le strade è sostituito da un anello stradale (detto anche corona giratoria) a senso unico che si sviluppa intorno ad uno spartitraffico di forma più o meno circolare. I flussi di traffico lo percorrono in senso antiorario nei paesi in cui si guida a destra, in senso orario nei paesi dove si guida a sinistra. L'invenzione è di Eugène Hénard, famoso urbanista francese, e si diffuse rapidamente in Europa. L'uso generalizzato comincia a prendere piede negli anni sessanta, finalizzato a smaltire forti flussi di traffico e problemi di sicurezza stradale ad esso legati. Contrariamente alle vecchie isole spartitraffico circolari, la rotatoria funziona con un controllo del flusso che avviene semplicemente dando la precedenza ai veicoli che hanno impegnato l'anello. Vantaggi: maggior sicurezza, per la notevole riduzione dei punti di conflitto; maggiore capacità di smaltire il traffico; tempi di attesa ridotti del 70% con regolarizzazione del flusso del traffico ed eliminazione totale dei tempi di attesa al semaforo; minor inquinamento acustico e atmosferico; possibilità di inversione del senso di marcia; minori costi gestionali e di sorveglianza. Svantaggi: rispetto a un incrocio semaforizzato, le rotatorie occupano generalmente più spazio e comportano maggiori costi di realizzazione; nei pressi di ospedali possono risultare problematiche, perché non possono fornire una corsia riservata ai mezzi di soccorso; allo stesso modo, non è possibile garantire una corsia riservata ai mezzi pubblici; per sua stessa natura e concezione, la rotatoria presuppone la pariteticità delle strade che collega, e risulta pertanto complessa la gerarchizzazione di strade di importanza e con portata di traffico fortemente differenziate, e la discriminazione nelle precedenze fra mezzi pubblici e mezzi privati; le rotatorie risultano spesso difficili da attraversare e penalizzanti per ciclisti e pedoni. (Fonte: Wikipedia)

Risultati: parliamo della nuova rotatoria nei pressi dell'ospedale, ”Se si prende da Ferrante si deve girare a sinistra e non a destra” – (ma pirchì, prima era megghio iri finu ‘e vigili du focu?). “Venendo da Enna bassa non si capisce dove infilarsi per l’Ospedale o per Pergusa”- (oh! Ma i signali i sapemu leggiri o no?). “Risulta un poco confusionaria perché è troppo grande”- (megghiu starisi muti!). “E’ complicato attraversare” – (po’ essiri, ma ci voli un pocu di pacinzia e senzu civili). (Fonte: gli ennesi).

Solo per scrupolo si ricorda che quando è stato riorganizzato il flusso al centro di Enna Bassa il coro delle lamentele è stato lo stesso, poi ci siamo abituati.

Gira e rigira ci abitueremo anche alla rotonda.

Giusi Stancanelli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna