Parliamone insieme

Si abbassano le tasse ai cittadini? Scoppia una bufera politica!

Ho convocato il Consiglio comunale in via d’urgenza su richiesta del Sindaco e dei Gloria CopiaConsiglieri che sostengono l’amministrazione. L’urgenza era dovuta alla necessità di portare alcune delibere in Consiglio comunale entro il 30 marzo, altrimenti, si sarebbe persa la possibilità di operare la riduzione di alcune tasse per la nostra città.

Grazie alla grande assunzione di responsabilità dei Consiglieri comunali, i quali hanno rinunciato al ruolo di proponenti e controllori a causa del ritardo nella trasmissione di alcune delibere all’ufficio di presidenza, ma soprattutto, grazie al competente impegno degli uffici, che ringrazio pubblicamente, è stato possibile esitare una proposta che riduce sensibilmente la pressione fiscale in città.

Convocato ed espletato il Consiglio comunale, le delibere proposte nell’ordine del giorno sono state tutte approvate ed una sola di queste migliorata da modifiche proposte dal Movimento cinque stelle.

Sul piano economico-finanziario e di conseguenza sulla tassa dei rifiuti, i Consiglieri comunali non hanno avuto la possibilità di esaminare gli atti, ma, malgrado ciò, non hanno impedito che le suddette delibere andassero in aula e venissero votate per dare credibilità all’azione che gli uffici, con mille difficoltà, stanno portando avanti.

La manovra complessivamente consentirà un risparmio nelle tasche dei cittadini di circa 200.000 euro. A questi va sommato un ulteriore sgravio pari a circa il 10%, determinato dall’aumento del numero di utenti che pagano la tassa sui rifiuti.

Apprendere dalla stampa che l’opposizione vuole distruggere la città non è accettabile, tanto più se ciò avviene allentando la pressione fiscale.

Non voglio entrare nella polemica strumentale e nell’acredine politica che alcuni Consiglieri comunali mostrano nei confronti del Consiglio comunale e, più espressamente, nei confronti di qualche ex compagno di partito. Tuttavia, non posso consentire che l’impegno dei gruppi consiliari della nostra città venga vanificato e trascinato in una bagarre senza tempo e senza fine.

Se, oggi, la città è dotata di un piano economico-finanziario, di una modifica migliorativa al regolamento IUC e TOSAP , di una modifica dell’IRPEF che porterà ad una riduzione delle tasse dei nostri cittadini lo si deve al Sindaco, il quale, anche se in ritardo, ha trasmesso le suddette delibere al Consiglio, all’impegno degli uffici e alla responsabilità dei Consiglieri comunali.

Tutto ciò avviene in una circostanza certamente favorevole per il Comune di Enna dal momento che si paventa l’arrivo di cospicui finanziamenti ed un allentamento del patto di stabilità, determinato dal governo nazionale che libera risorse per circa 2,5 milioni di euro.

Eviterei, pertanto, ogni polemica che alla luce dei fatti è solo strumentale e dannosa alla città ed al Consiglio comunale, il quale (ricordo a qualcuno) non è fatto di fazioni del PD Renziane piuttosto che Bersaniane, ma da Consiglieri comunali eletti dai cittadini e gruppi consiliari come Sicilia Democratica, Enna Rinasce, Amare Enna, Partito Democratico, Sicilia futura e il Movimento cinque stelle, forze politiche e gruppi consiliari che esaminano e formulano proposte e che democraticamente approvano o respingono atti deliberativi.

Paolo Gloria

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna