Il Taccuino
captcha
Newletters

luisa lantieriarmando glorioso def

PD: tra confusione e certezza

Certo che se non ci fosse il Partito Democratico questo territorio sarebbe ancora mario alloropiù deprimente e senza nulla da dire o da commentare. Il primo partito della provincia di Enna e del capoluogo è alla prese con una fase congressuale caratterizzata da confusione e da colpi di scena fino ad ieri impensabili.

La scissione avvenuta e il riposizionamento di tanti sta generando un forte dibattito alimentato da una confusione straordinaria. Cominciamo con il dire che, secondo le notizie in nostro possesso, nessuno dl gruppo dirigente del Pd esce fuori dal partito per aderire ai “Democratici e Progressisti” di Speranza, Rossi e Bersani. Chiarito questo c'è da sottolineare come la corrente I Giovani Turchi di fatto non esiste più dopo la lite a distanza tra Orfini e Orlando, quest'ultimo candidato alla segreteria nazionale. Alle posizioni di Orlando si è avvicinato e ne è il paladino in questo territorio, Paolo Garofalo, sindaco del capoluogo nella passata legislatura, che sta raccogliendo non pochi consensi.

Ma la notizia quella grossa, quella davvero inaspettata sarebbe l'avvicinamento del deputato regionale Mario Alloro all'area Renzi, grazie al sodalizio con gli alfieri di Renzi alla regione Sammartino e Sudano. La notizia troverebbe una sorta di conferma sulle parole non proprio a bassa voce, che sarebbero scappate tra lo stesso Alloro e Crisafulli.

Si capisce quindi un certo avvicinamento tra il sindaco Dipietro in predicato di aderire al Pd e il deputato regionale ennese. Ovviamente la collocazione di Alloro nell'area Renzi spiazza quanti avrebbero voluto aderire all'area del segretario nazionale dimissionario in netta contrapposizione con Mario Alloro.

Ma se tutto questo è vero, Dipietro & C. aderirebbero a questa area agli ordini di un leader che all'interno del Pd si sta facendo strada già da tempo? Oppure la Dipietro&C approderà in un'altra area, la sola rimasta, vale a dire quella Dem?

E cosa significa la presenza di Salvatore Cardinale leader di Sicilia Futura alla apertura dell'anno accademico di medicina della Dunarea De Jos, assieme D'Alia, Lupo, Crocetta e tanti altri esponenti del centro sinistra siciliano, in compagnia di Vladimiro Crisafulli che è certamente l'artefice della seconda università ad Enna?

Al momento la confusione è tanta, l'incertezza pure, ma siamo solo all'inizio di un periodo difficile del Pd che con il passare delle settimane almeno in questo territorio riuscirà a mettere un po' d'ordine. O almeno si spera.

Massimo Castagna

Qr Code