Spazio idee
captcha
Newletters

Frutti colorati sulle tavole natalizie

 

Nel periodo natalizio, sono molti gli alimenti che non mancano sulle tavole in festa: tra questi, l'ananas, uno dei frutti tropicali più apprezzati e la melagrana, disponibile in genere da settembre fino a dicembre.


 

 

 

MELAGRANA, chicchi dissetanti e benaguranti

Il frutto del melograno era già apprezzato fin dall'antichità, ed è tuttora carico di simbologie proprie dei paesi del Mediterraneo: tra le più comuni la nostra tradizione vuole, come tutti gli alimenti in chicchi, che la melagrana porti soldi e fortuna, un vero e proprio augurio per l'anno nuovo.

Nota anche con il nome di “granata”, la melagrana è una grande bacca carnosa dalla buccia spessa. Al suo interno sono alloggiati molti semi succosi, separati da membrane di colore giallo chiaro che vanno eliminate.

Questo frutto contiene un'importante quota di sostanze antiossidanti dalle molteplici proprietà, anche antitumorali.

 

 

Consigli per l'acquisto:

La buccia deve essere fresca, senza fratture né raggrinzamenti e di un bel colore rosso intenso indice di maturazione.

La melagrana ha un sapore acidulo e si sposa bene in sacchetti sia cotta in preparazione a base di carne, sia fresca nelle insalate e in pasticceria.

 

Conservazione: in sacchetti di carta bucherellati, si mantiene 2-3 settimane in frigo, 1 settimana a temperatura ambiente in un luogo fresco asciutto e buio. I chicchi riposto in un recipiente stanno 2-3 giorni in frigo.

 

 

ANANAS: disponibile in ogni periodo dell'anno, è ricca di virtù

Frutto dalla caratteristica forma a pigna sormontata da un bel ciuffo di foglie, l'ananas trova un posto d'onore sulle nostre tavole soprattutto nel periodo delle festività.

Diversamente dalla melagrana, l'ananas prosegue il processo di maturazione anche dopo essere stato staccato dalla pianta. L'ananas è disponibile tutto l'anno per via delle coltivazioni intensive che vengono attuate nei paesi di produzione principalmente in Costa Rica.

 

Acquisto: per scegliere un buon ananas dovete fare attenzione alla scorza, che deve essere brillante, dura senza particolare cedimenti, con la parte inferiore più gialla. Anche il colore del frutto deve essere giallo non troppo tendente al marrone indice di troppa maturazione. Inoltre il profumo aiuta nella scelta e un ultimo stratagemma sta nello sfilare una foglia del ciuffo ; se viene via con facilità significa che l'ananas è pronto per il consumo.

L'ananas si usa sia fresco al naturale sia per preparare dolci o salati.

Conservazione: se l'ananas è troppo acerbo potete conservarlo a temperatura ambiente in un luogo fresco e asciutto fino a raggiungere il giusto grado di maturazione. Altrimenti per ritardare la maturazione conservare in frigo.

 

Fa bene alla salute

Dal frutto e soprattutto dal gambo dell'ananas si ricava una preziosa sostanza utilizzata nella fitoterapia e nella medicina tradizionale. Si tratta della bromelina, un termine generico che contraddistingue due enzimi proteolitici ( cioè che digeriscono le proteine) dalle proprietà antinfiammatorie, digestive e fluidificanti. L'ananas è anche ricco di vitamina C, utile all'organismo specialmente nella stagione fredda.

 

Fatima Pastorelli

Qr Code