Proteste.doc.com.it
captcha
Newletters

Pergusina: non fiori ma opere...fatte bene!

Parlare di sicurezza stradale il più delle volte non è facile, ma tutto diventa estremamente Cattura 22semplice quando si parla della SS561 meglio conosciuta come Pergusina, tristemente famosa per le numerose vittime della strada. Ed è proprio su questa importante e trafficata arteria che collega Enna Bassa con l'abitato di Pergusa, che vogliamo solleticare la vostra attenzione con una idea che noi riteniamo di facile soluzione e con poco dispendio di risorse economiche.

Il primo problema che si rileva sulla Pergusina è quello della sicurezza legata agli autoveicoli e ai tanti ciclisti che giornalmente la percorrono. Il tratto più pericoloso è il lungo rettilineo adiacente l'Hotel Federico II; qui in molti, incoscientemente, transitano a velocità elevata, ma ovviamente è tutta la Pergusina che viene percorsa da auto e moto a forte velocità.

Nel tratto si strada in questione si noterà come vi sia abbandonato un relitto della vecchia strada per Pergusa oggi di proprietà del Comune. Ebbene, noi pensiamo che questo relitto debitamente asfaltato e reso sicuro potrebbe essere riutilizzato pergusina1formando una rotatoria da utilizzare nel seguente modo: chi da Pergusa vuole recarsi ad Enna Bassa all'inizio del rettilineo su indicato deve obbligatoriamente girare a destra ed imboccare il vecchio tratto di strada di Pergusa; chi invece da Enna Bassa si muove in direzione Pergusa lo farà comodamente come avviene oggi. All'inizio e alla fine del rettilineo l'installazione di autovelox con velocità non superiore a 50 Km e adeguata segnaletica che indica la presenza dell'autovelox e la riduzione di velocità. In questo modo il senso rotatorio di marcia per chi è diretto a Pergusa farà si che gli autobus potranno entrare e uscire per raggiungerepergusina2 l'Hotel Federico II, oggi fortemente penalizzato. Vale la pena ricordare che parliamo di un hotel con 100 camere, che nel 2015 ha registrato 35.000 presenze, 230 tra meeting e congressi oltre ad un elevato numero di banchetti. Per raggiungere questo hotel, chi arriva da fuori si può immettere lungo la strada collegata con la Pergusina, ma per uscire in presenza di un divieto di accesso è necessario inoltrarsi in un dedalo di vie e viuzze, molte delle quali senza illuminazione e senza manutenzione alcuna che fa smarrire gli ignari viaggiatori forestieri.

Con la soluzione che suggeriamo al Comune di Enna si ottengono alcuni importanti risultati:

  • migliorare la sicurezza stradale anche con la installazione di autovelox;

  • recuperare un relitto stradale che fungendo da rotatoria consente di ritornare indietro senza dover arrivare a Pergusa per invertire il senso di marcia;

  • fare uscire dall'isolamento l'hotel Federico II;

  • una ipotesi di possibili risparmi economici.

Confidiamo nella sensibilità dell'Ass. Contino perchè possa seriamente prendere in considerazione questa proposta che in tempi rapidi risolverebbe un grande problema.

Manuela Acqua

Commenti   

 
0 #1 Giuseppe75 2016-10-18 08:25
Perché nn rendere transitabile o riattivare
la strada o bretella la trazzera regia enna-piazza armerina-mirabe lla creando una rotonda
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code