Proteste.doc.com.it
captcha
Newletters

Qual masso che dal vertice...

Di lunga erta montana,
Abbandonato all'impeto
Di rumorosa frana,
Per lo scheggiato calle
Precipitando a valle,
Batte sul fondo e sta;
Là dove cadde, immobile…


Non si poteva trovare incipit migliore per descrivere quello che da giorni causa l’interruzione, o meglio, la diversa monte cantina 2monte cantina 1percorribilità della Monte Cantina. Per questo abbiamo scomodato niente meno che Alessandro Manzoni (Natale), che non si rivolterà nella tomba, almeno speriamo.
E’ quindi un unico matacollo che ostruisce parte della carreggiata, peraltro di molto più piccolo del cartello stradale che ne segnala la presenza. Transito alternato quindi, come la corrente elettrica, poiché la strada è percorribile in discesa da Enna verso Enna bassa ma non viceversa, con slalom all'altezza di masso e segnale stradale. Riteniamo quindi che non vi sia un reale pericolo di ulteriore frana, altrimenti il buon senso vorrebbe che il transito sarebbe stato totalmente chiuso in attesa di controlli, tranne che la caduta di ulteriori massi sia stata balisticamente calcolata solo sulla carreggiata transennata. Allora perché si scende ma non si sale? Perché il ciotolone non viene rimosso? E ancora, perché la modalità di transito non viene segnalata a caratteri cubitali da entrambi gli accessi, ma solo dal cartello luminoso all'inizio del ponte di via Pergusa? E perchè non è opportunamente controllato l’accesso dal bivio Monte Cantina? Proprio da là, i furbetti del divietino continuano a salire, tanto che alcuni automobilisti riferiscono che a un certo momento della giornata di ieri, un paio di vigili sono stati piantonati in zona per bloccare le auto che tentavano di salire per la medesima carreggiata da dove le auto scendono. Evidentemente i nastri bianchi e rossi di plastica, che chiudono di fatto la strada di accesso in direzione della città, non sono bastati o non vengono compresi. Per non parlare della confusione degli automobisti che sconoscono le modalità di accesso, con conseguente traffico caotico nelle ore di punta. Tutto questo, mentre i nostri amministratori cercavano di bilanciare il futuro della città a sala d’Euno. Ma ora che "il babbio" è finito si mettessero all'opera per bilanciare il traffico, che è più facile e non ci vuole una nottata.monte cantina 3
Giusi Stancanelli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code