Angolo Benessere
captcha
Newletters

luisa lantieriarmando glorioso def

Capelli: 5+5 = belli forti e luminosi

La salute dei capelli parte dalla bocca, pertanto ecco 5 alimenti che preservano la bellezza della chioma.dscf3202

Miglio e latte: quando si parla di alimenti per capelli, il miglio è forse il primo cibo della lista. Ancora molto sottovalutato e poco presente sulle nostre tavole, questo cereale presenta numerose proprietà benefiche. La sua componente proteinica è maggiore rispetto a quella di altri cereali; inoltre le sue proteine sono più facilmente assorbibili dall’organismo. Il miglio è ricchissimo di sali minerali, ma soprattutto contiene acido salicilico, una sostanza che favorisce la salute dei capelli ed anche di denti, pelle e unghie. Un altro alleato dei capelli è rappresentato dal latte e, di conseguenza, da tutti i prodotti caseari, in particolare yogurt, ricotta e altri formaggi freschi. Latte e derivati aiutano il benessere dei capelli grazie alle proteine, ma soprattutto grazie al contenuto di calcio.

miglioFrutta secca, carote, verdure a foglie verdi. Tutta la frutta secca rientra certamente negli alimenti per capelli sani e forti; è soprattutto la ricchezza di zinco a renderla preziosa. Il deficit di questo minerale può infatti rendere più fragili i capelli e contribuire alla loro caduta; sono ricche di zinco soprattutto le mandorle, le noci e gli anacardi. Altri nutrienti contenuti nella frutta secca che possono contribuire alla bellezza della chioma sono il selenio e gli acidi grassi omega 3, che si trovano soprattutto nelle noci. Tutti gli alimenti vegetali, poi, contribuiscono alla salute generale dell’organismo e anche a quella dei capelli, in particolar modo le carote che, grazie alla ricchezza di vitamina A, contribuiscono al buono stato di salute del cuoio capelluto e tutta la verdura acarote foglia verde (broccoli, spinaci, bietole…) che, grazie alle loro caratteristiche nutrizionali e, in particolar modo al contenuto di vitamine A e C, aiutano la naturale crescita dei capelli.

Vediamo poi cinque rimedi dalla natura contro la caduta dei capelli

Il cambio di stagione porta con sé anche altri cambiamenti, che spesso si manifestano sia internamente che esternamente nell'organismo. Come in autunno cadono le foglie dagli alberi, così cadono i capelli, innescando un fruttaseccaricambio fisiologico che a volte spaventa per la quantità di fili che si ritrovano tra i denti del pettine o tra le dita. Ecco come fare per rinforzare capelli e bulbo in modo naturale.

Olio di sapote: l'olio estratto dai semi di sapote, una pianta sudamericana simile all'argan, pare sia davvero efficace nell'arrestare la caduta dei capelli. I Maya e gli Aztechi lo conoscevano già e lo utilizzavano per la cura della cute e del derma, per disturbi oggi assimilabili alla fastidiosa dermatite seborroica. Si tratta di un prodotto che viene assorbito rapidamente dalla cute e apporta benefici alla microcircolazione del cuoio capelluto, conferendo allo stelo del capello idratazione, lucentezza e morbidezza e rinforzandolo dalla radice. Viene applicato puro, come impacco da lasciare agire a lungo per ristrutturare il capello e migliorare lo stato di salute della cure; ha un profumo simile alle ciliegie e alle mandorle.rosmarino

Rosmarino per irrorare: il rosmarino, grazie alle sue proprietà antisettiche, è una delle piante più adatte per frenare o rallentare la caduta dei capelli. Si tratta di un un vegetale che ha fantastiche proprietà, tutte sa scoprire, e non solo in cucina! L'olio essenziale che contiene è infatti altamente stimolante, aiuta la crescita del capello, energizzando il follicolo e limitando la caduta. Per provarlo basta preparare una lozione a base di infuso di rosmarino, con le foglie lasciate essiccare e ridotte in polvere e qualche goccia di olio essenziale di rosmarino: si usa quotidianamente, sia vaporizzandolo sui capelli asciutti che dopo lo shampoo, coadiuvando con un piacevole massaggio alla cute.

betullaIl decotto a base di ortica: è una pianta dalle proprietà notoriamente rimineralizzanti, ideale per rinforzare e dare vigore ai capelli. Un decotto semplice o combinato, oltre a un po' di attenzione quando si va a raccoglierle, è ciò che basta per arricchire una preziosa lozione post-shampoo. Prendere un paio di manciate di foglie lasciate in infusione in mezzo litro di acqua bollente per un quarto d'ora circa, filtrare e lasciare raffreddare. Risciacquare i capelli con la lozione dopo aver fatto lo shampoo o il balsamo. Volendo si può aggiungere anche al decotto un po' di achillea, noce e crescione.

Betulla e bardana per purificare: spesso la caduta dei capelli è legata a una cattiva salute dalla cute, che impedisce una sana e bella crescita dello stelo, indebolendo la chioma. In questo caso vengono in aiuto erbe come betulla e bardana, purificanti e rinforzanti, ma anche arnica, camomilla, aloe, liquirizia, erba cappuccina, dente di leone, prezzemolo, equiseto e salvia,bardana in grado di migliorare la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto. Lasciare a macerare per un giorno intero la betulla e la bardana in un litro di acqua bollente, filtrare con un colino, preferibilmente non di ferro, così da non alterare le proprietà delle erbe, e usare come lozione o risciacquo abituale.

Serenoa per arrestare la caduta: si chiama Serenoa repens, nota anche come saw palmetto o palmetta della Florida; è l'estratto del frutto di una piccola palma degli Stati Uniti, molto sapoteutilizzato nella medicina tradizionale e alternativa per diversi motivi, uno dei quali è la caduta dei capelli. Si tratta di un rimedio naturale di ultima generazione, un po' controverso, in quanto gli ormoni contenuti nella pianta, usata sotto forma di lozione da applicare localmente, potrebbero provocare alterazioni, soprattutto negli uomini. Tuttavia in certi casi è apprezzata la sua azione, soprattutto usata in combinazione con miglio o altri integratori naturali.serenoa

Qr Code