Parliamone insieme

Parliamo di…cultura del lavoro...Secondo appuntamento…

 

I termini evidenziati nell’articolo precedente non sono semplici indicatori pedagogici lavoro1di cultura del lavoro, ma rappresentano, se attivati in maniera adeguata, il “motore” che porta all’inserimento occupazionale.

…Si critica il “JOBS ACT” perché non ha eliminato la “precarietà” (altro termine di oncologia del lavoro) creando occupazione stabile, ma tutto ciò risulta in realtà se ci si ferma a guardare i dati “numerici” e non si “leggono” i valori legati alle motivazioni delle assunzioni.

L’89% delle Imprese, grazie alla legge, ha realizzato assunzioni, stimolate dalle agevolazioni fiscali.

Dall’altra parte si registra che il 95% dei giovani assunti…aveva come motivazione occupazionale, l’acquisizione di un “posto”. con uno stipendio (…da verificarne le reali retribuzioni e le condizioni contrattuali) , accettando qualifiche lavorative che hanno poco o niente a che fare con le quattro “caratteristiche di base” sopra indicate.

…e non finisce qui…appuntamento al prossimo articolo

Nino Versaci

Nota di Redazione :

A conclusione di questo secondo articolo di “didattica” del lavoro, invito i giovani lettori di inviare alla Redazione di Dedalo  (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) la scheda informativa che segue, con il vostro nome, recapito telefonico e indirizzo e-mail, indicando i vostri 1) motivazione e obiettivi occupazionali, 2) capacità 3) abilità e 4) competenze scolastiche o lavorative acquisite….Vi risponderemo. Grazie

Nino Versaci

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna