Parliamone insieme
captcha
Newletters

Giù le mani dalla Venere di Morgantina

 

L’idea, senz’altro di nobile principio, è di far tornare la Venere di Morgantina ad adriano licataessere oggetto di enorme interesse culturale, visto che esposta qui dov’è fa pochi numeri. Ma se il principio è nobile – e ammesso che la legge lo consenta -  la realtà concreta si presenterebbe molto dannosa: come a dire “se la montagna non va a Maometto, allora Maometto va alla montagna”. Per l’assessore Sgarbi infatti il problema legato al fatto che questa terra non attragga abbastanza turismo non si risolve migliorandone la viabilità, le infrastrutture, i collegamenti veicolari e la comunicazione pubblicitaria; ma si risolve sradicando e deportando ciò che di buono c’è, per farlo apprezzare altrove, dove si registrano a prescindere flussi massivi di visitatori, con o senza Venere in vetrina. 

Questo naturalmente a scapito dell’ansimante territorio della Provincia di Enna e della Sicilia intera.

"Noi non ci stiamo. Giù le mani. La Venere rimanga dov’è. Se vi siete candidati perché questa terra diventasse Bellissima, e non perché venisse sottratta delle proprie meraviglie archeologiche, lavorate a soluzioni politiche di promozione e rilancio del territorio: mettete mano alle fondamenta per riscattare questa terra impoverita, non per farla morire di fame. Studiate modelli virtuosi di collegamento e raccordo delle decine di siti di interesse storico monumentale di cui è ricco il bacino ennese."

 

Adriano Licata

Coodinatore Provinciale

Movimento Giovanile della Sinistra – Enna

 

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code