Parliamone insieme
captcha
Newletters

Relazioni sindacali e legalità contrattuale: Richiesto intervento Ass. Reg. alla Salute

 

La Uil-Fpl comunica di aver inviato una nota dettagliata all’ Assessore alla Salute Regione Sicilia ospedale ennaOn.le R. Razza dove chiede un immediato intervento al fine di riportare nell’alveo della legalità contrattuale le relazioni sindacali in seno all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna .

Premesso che l’Articolo 36 della Costituzione Italiana norma che la ‘’ giusta retribuzione ‘’ sia quella indicata nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ‘’

Fatti Accaduti

Corre l’obbligo rappresentare che lo stallo delle trattative sindacali nell’anno 2017 per la stipula del Contratto Integrativo Aziendale del Comparto Sanità , di cui l’elaborazione dei testi e degli accordi nel rispetto delle leggi dell’ordinamento giuridico italiano è di esclusiva competenza dell’UOC delle Risorse Umane’’ vedi Atto Aziendale e Regolamento Aziendale’’ pag15-16’’ approvato con delibera 829 del 24 .10.2016, anche a seguito delle eccezioni sollevate dal collegio sindacale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna , che a nostro parere in relazione al calcolo della Retribuzione Individuale di Anzianità nel comparto sanità ha creato una enorme confusione .

Infatti , il collegio del revisori dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, parrebbe aver posto in data 4 Dicembre 2017 dei rilievi in relazione al calcolo della retribuzione individuale di anzianità nei fondi del comparto sanità.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Comparto Sanità, quindi attualmente vigente cosi recita:

‘’ Finanziamenti dei Trattamenti Economici : a) dal 1 gennaio 2000 , delle risorse pari all’importo sui risparmi sulla Retribuzione Individuale di Anzianità (RIA), in godimento del personale comunque cessato dal servizio a decorrere dalla medesima data. Per l’anno in cui avviene la cessazione del servizio è accantonato, per ciascun dipendente cessato un importo pari alle mensilità residue della RIA in godimento, computandosi a tal fine, oltre ai ratei di tredicesima mensilità, le frazioni superiori ai quindici giorni. L’ IMPORTO ACCANTONATO CONFLUISCE IN VIA PERMANENTE ,NEL FONDO CON DECORRENZA DELL?ANNO SUCCESSIVO ALLA CESSAZIONE DAL SERVIZIO IN MISURA INTERA E VI RIMANE ASSEGNATO IN RAGIONE DI ANNO’’

Appare un dato inconfutabile, considerato che in data 22..12. 2017 non sussistono i presupposti dopo un anno di trattative e proposte per addivenire ad un accordo entro il 31.12.2017 per la stipula del Contratto Integrativo Comparto Sanità, con il pavimentato pericolo di perdere parte dei fondi del comparto sanità di cui sono destinatari i lavoratori per l’anno 2017

‘’Per non parlare del fatto che il contratto Integrativo Aziendale della Dirigenza Medica è obbligatorio per legge, ma all’Asp di Enna non è stato mai approvato, questo è un altro dato inconfutabile, e non risulta alla scrivente organizzazione sindacale nessun rilievo in tal senso da parte del collegio dei revisori dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna in relazione alla Retribuzione Individuale di Anzianità della Dirigenza Medica e non Medica’’

In relazione ai fatti sopra esposti , la scrivente Organizzazione Sindacale a difesa dei diritti di tutti i lavoratori , in ossequio all’Art.97 della Costituzione Italiana, chiede l’immediato intervento dell’Assessore alla Salute Regione Sicilia On.le R.Razza , al fine di riportare nell’alveo della legalità contrattuale le relazioni sindacali in seno all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna’’.

Il Segretario Provinciale UIL FPL

Gaetano Faraci

Il Segretario GeneraleUIL FPL

Giuseppe Adamo

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

 
-1 #7 ciccio 2018-01-03 17:57
andate a documentarvi, il tempo delle mele è concluso. Avete mai sentito parlare di leggi? forse no , perchè chi commenta certe cose avrà avuto la strada interrotta per la scuola per motivi imprecisati..
Citazione
 
 
-1 #6 marco 2018-01-03 15:16
Credo proprio che al UIl abbia preso un'altra cantonata, forse è meglio prima di fare proclami e schierarsi contro i funzionari "che dovrebbe difendere" si accordi con UIl regionale.Quest o è uno dei motivi per cui mi sono dimesso tempo fa. Mi auguro che non ci sia qualche problema personale.
Citazione
 
 
+1 #5 Treno 2018-01-02 21:14
Le procedure assunzionali vanno avanti e non sta scritto da nessuna parte che debbano essere fatte contemporaneame nte . È mai possibile che bisogna sempre criticare senza motivo?
Citazione
 
 
-1 #4 amico 2018-01-02 00:41
siete sicuri che tutte le procedure assunzionali ,mobilità, stabilizzazioni e concorsi sono stati fatti tutti insieme? Prima di commentare bisogna documentarsi , perchè chi legge non viene dalla Luna .
Citazione
 
 
0 #3 Remo 2017-12-29 18:58
I sindacati rischiano di diventare autoreferenzial i. Potete scommettere che contestazioni e lamenti dipendono solo dalla necessità di difendere solo interessi particolari . Oggi l’unico sforzo che conta è dare efficienza alle strutture garantendo le assunzioni. Bene dunque l’ufficio personale è la sua gestione . Potenziamo i reparti e la capacita di dare risposte di salute . Le beghe tra sindacati rimandiamole
Citazione
 
 
-3 #2 Ttrno 2017-12-26 19:22
Attaccare l’ufficio personale è oggi un errore. Bisogna anzi supportarlo in questo momento che lo vede impegnato a procedere alle assunzioni. Caso mai andavano criticate le precedenti gestioni dell’uffucio assolutamente inconcludenti negli ultimi dieci anni. Bisogna invece vigilare per evitare l’attuale management renda vani gli sforzi profusi in tal senso
Citazione
 
 
-4 #1 Mirko 2017-12-24 16:58
bella lezione magistralis sulla costituzione, ineccepibile l'esposizione meglio di Benigni.
Ma non era l'ufficio risorse umane che creava ritardi????? meglio che vi date all'IPPICA..... ..
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code