Parliamone insieme

Sanità – Uil “quanto affermato dall'Asp è infondato e smentito dai fatti”

In relazione al comunicato stampa apparso sul quotidiano on line dedalo uil fplmultimedia.it avente come titolo ’’ – Sanità : Asp Enna . L’operato è unico e non esistono attività isolate’’,

l’Organizzazione Sindacale UIL FPL

precisa quanto segue:

Corre l’obbligo comunicare che i portatori di interessi qualificati come le Organizzazioni Sindacali hanno titolo ad esprimere attraverso il Diritto di critica Sindacale in relazione a eventi accaduti come inadempimenti di natura contrattuale e/o di procedure di reclutamento del personale in difformità di legge.

La Costituzione Italiana, all’Art 21 , riconosce al cittadino il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di comunicazione.

La Corte Europea dei diritti dell’uomo ha definito la libertà di espressione il fondamento della società democratica.

In ambito lavorativo , tale diritto è raffermato dall’articolo 1 dello statuto dei lavoratori , che però afferma la necessità di contemperamento di tale libertà nel rispetto dei principi della Costituzione e delle norme dello statuto medesime.

La critica , pertanto , ricomprende concettualmente ,’’ qualunque manifestazione di pensiero, che sottopone a verifica l’oggetto da criticare per coglierne eventualmente gli aspetti negativi ‘’, anche con toni aspri e polemici , dovuti al fatto che rappresentanti dei lavoratori si confrontano con la controparte datoriale al fine di tutelare gli interessi di categoria.

Tanto premesso , l’Organizzazione Sindacale UIL FPL in relazione alla nota di risposta dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna , intende rilevare l’assoluta infondatezza di quanto affermato , perché facilmente smentito nei fatti.

Fatti Accaduti

Lo stallo delle trattative sindacali nell’anno 2017 per la stipula del Contratto Integrativo Aziendale del Comparto Sanità , di cui l’elaborazione dei testi e degli accordi nel rispetto delle leggi dell’ordinamento giuridico italiano è di esclusiva competenza dell’UOC delle Risorse Umane’’ vedi Atto Aziendale e Regolamento Aziendale’’ pag15-16’’ approvato con delibera 829 del 24 .10.2016, anche a seguito delle eccezioni sollevate dal collegio sindacale, che a nostro parere in relazione al calcolo della Retribuzione Individuale di Anzianità nel comparto sanità ha creato una enorme confusione.

Notiamo altresì notevoli perplessità e dubbi sull’ utilizzo dei fondi e sull’illegittimità di alcune proposte del settore personale per la stesura del Contratto Integrativo Aziendale Anno 2017 , anche per le difformità dello stesso alle norme del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Comparto Sanità.

Appare un dato inconfutabile, considerato che in data 18.12. 2017 non sussistono i presupposti dopo un anno di trattative e proposte per addivenire ad un accordo entro il 31.12.2017 per la stipula del Contratto Integrativo Comparto Sanità, con il pavimentato pericolo di perdere parte dei fondi del comparto sanità di cui sono destinatari i lavoratori per l’anno 2017, soprattutto in relazione al calcolo errato della Retribuzione Individuale di Anzianità fatta emergere dal Collegio Sindacale solo per il Comparto Sanità e non per l’Area della Dirigenza Medica , che andrebbe a decurtare illegittimamente il fondo dei lavoratori aventi diritto.

Inoltre, le procedure di reclutamento del personale stanno avvenendo in modo , a nostro parere, in difformità del D.lgs 165/2001 art. 30 sulla mobilità volontaria del personale e del D.lgs75/2017 , sulla stabilizzazione dei precari, come ampiamente argomentato nell’atto di significazione e di diffida notificato all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna.

Per non parlare del fatto che il contratto Integrativo Aziendale della Dirigenza Medica è obbligatorio per legge, ma all’Asp di Enna non è stato mai approvato, questo è un altro dato inconfutabile.

Nel contratto Integrativo Aziendale della Dirigenza Medica vengono stabiliti la distribuzione dei fondi di cui all’Art 54, 55, 56 e lo spostamento di risorse tra i fondi di cui all’Art 54, 55, 56 ed al loro interno in apposita sezione di bilancio di concerto con la parte sindacale.

Concludiamo affermando di non conoscere nessuna norma del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Dirigenza Amministrativa che stabilisce l’attribuzione e l’erogazione di indennità di Strutture Semplici’’Area Amministrativa’’ in seno all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna in presenza di un solo dirigente dal fondo dei lavoratori.

In relazione ai fatti sopra esposti , la scrivente Organizzazione Sindacale comunica a difesa dei diritti di tutti i lavoratori che attiverà tutte le procedure idonee nelle sedi competenti informando anche il neo eletto Presidente della Regione Sicilia On.le Nello Musumeci.

 Il Segretario Provinciale UIL FPL

Gaetano Faraci

Il Segretario GeneraleUIL FPL

Giuseppe Adamo

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

 
0 #1 Geco 2017-12-20 19:19
Pavimentato?
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna