Parliamone insieme
captcha
Newletters

luisa lantieriarmando glorioso def

GD: grazie al nostro lavoro garantito il diritto allo studio

Come Giovani Democratici della Città di Enna lavoriamo costantemente per porre Borse di Studioall’attenzione delle Istituzioni, ad ogni livello, le problematiche dei cittadini ennesi. Lo facciamo in ogni momento e lo facciamo con forza. Ci siamo sempre dimostrati attenti alla tutela del Diritto allo Studio, un diritto fondamentale, facendo sempre sentire la nostra voce.

Il progetto delle Borse di Studio per gli studenti universitari, residenti ad Enna, nasce nel 2014 e per il terzo anno consecutivo viene portato avanti con attenzione e determinazione dalla nostra organizzazione giovanile.

Qualche mese fa, durante la redazione del bilancio comunale 2017, l’intero Consiglio Comunale approvò all’unanimità la nostra proposta di costituzione del fondo delle Borse di Studio per gli studenti universitari meritevoli e in disagiate condizioni economiche. In quella sede furono stanziati ben diecimila euro.

È notizia di venerdì scorso che la Giunta comunale, dando seguito al mandato consiliare e alla nostra idea di welfare studentesco, ha approvato i criteri che dovranno essere inseriti nel bando.

Le Borse di Studio da conferire, a favore delle studentesse e degli studenti universitari meritevoli e bisognosi, saranno in tutto 20 dal valore di 500 euro ciascuna.

Sono estremamente soddisfatto che venti studentesse o studenti ennesi, in un momento di ristrettezza economica come questo, possano usufruire di queste importanti somme per la prosecuzione degli studi universitari.

Questo traguardo segna un passo importante in direzione della tutela del Diritto allo Studio che, grazie alle nostre proposte, le Istituzioni locali compiono a favore dei giovani di questa città.

Questo è il risultato di una generazione che fa politica con impegno e coerenza, ogni giorno.

 

Liborio Tirrito

Commissario Giovani Democratici Città di Enna

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code