Parliamone insieme
captcha
Newletters

Agenda Urbana – Autorizzato dalla Regione un ulteriore Obiettivo Tematico

agenda urbana

La Regione Siciliana, in riferimento ad Agenda Urbana di Enna e Caltanissetta, ha consentito formalmente l'aggiunzione di un nuovo  Obiettivo Tematico che si aggiunge ai precedenti OT2 Agenda Digitale, OT4 Energia sostenibile e qualità della vita, OT5 Cambiamento Climatico, prevenzione e gestione dei rischi, OT9 Inclusione sociale. Nello specifico sarà possibile inserire l'OT3, che riguarda la "Promozione della competitività delle Piccole e Medie Imprese", che avevamo più volte sollecitato come Tavolo del Partenariato "Centro Sicilia" e per il quale l'Autorità Urbana aveva previsto, in maniera presuntiva, il 10 % delle risorse complessive destinate ad Agenda Urbana. 

Considerato che le somme previste sono: per Enna 16.624.713,81 e per Caltanissetta 21.976.651,14, le risorse da destinare alla competitività delle PMI potrebbe essere complessivamente almeno di circa € 3.800.000,00, di cui € 1.600.000,00 per Enna e € 2.200.000,00.

Si apre così l'opportunità di poter programmare nuovi interventi indirizzati allo sviluppo economico e delle attività imprenditoriali dell'area.

Al Tavolo del Partenariato sono pervenute, da parte di Associazioni, Comitati, Ordini Professionali, Cooperative, Consorzi, Università ed Enti,  40 richieste di partecipazione ai costituendi Tavoli Tematici, i cui indirizzi sono stati da noi prontamente trasmessi all'Autorità Urbana per l'imminente insediamento dei rispettivi Tavoli.

Se qualcuno, ancora non ha fatto pervenire la propria manifestazione di interesse, può ancora farlo, tramite email al presente indirizzo,

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

Tonino Palma Coordinatore Tavolo del Partenariato Centro Sicilia

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code