Parliamone insieme
captcha
Newletters

Alloro contro Asp: revocare delibera riorganizzazione

"La riorganizzazione aziendale avviata dall’Asp, avvenuta peraltro senza il necessario coinvolgimentoalloro mario delle organizzazioni sindacali, appare l’ennesima occasione mancata per il rilancio dell’offerta sanitaria ospedaliera nel territorio della provincia di Enna.L’avvio del processo di  riorganizzazione dell’area medica, veterinaria e sanitaria ha  notevolmente incrementato il numero delle unità operative semplici nelle varie articolazioni dell’azienda (assistenza distrettuale, prevenzione veterinaria, area amministrativa, psichiatria etc.) senza potenziare l’assistenza ospedaliera. In particolare,nell’ospedale Umberto I di Enna sono istituite soltanto 5 unità  operative semplici non considerando quelle obbligatorie per legge e quelle non mediche, nonostante l’Umberto I sia individuato nel piano di rete come Dipartimento emergenza e accettazione di I° livello e sia l’unica struttura che in atto provvede con completezza, e malgrado perduranti carenze, a soddisfare i bisogni di salute dei cittadini della provincia. La delibera dell’Asp ennese, insomma,  appare priva di qualsivoglia percorso motivazionale e non aderente alle linee di indirizzo per la determinazione delle dotazioni organiche delle aziende sanitarie, ed è, inoltre, difforme dall'Atto aziendale. E’ indispensabile intervenire affinché l’ASP di Enna proceda alla revoca o alla  modifica della delibera di riorganizzazione provvedendo piuttosto ad esitare una nuova delibera da sottoporre così come previsto nel Decreto dell’Assessore alla salute 31 marzo 2017, alle valutazioni della Commissione sanità dell’ARS ed alle organizzazioni sindacali”.

On. Mario Alloro

 

 

La Sezione “Parliamone Insieme” è riservata a quanti hanno da dire qualcosa apponendo la propria firma agli scritti inviati alla Redazione. La Redazione controlla soltanto che non vi sia un linguaggio scurrile e offensivo. Chi si firma è responsabile del suo operato e solleva la Redazione da ogni responsabilità.

Commenti   

 
+2 #5 Nino 2017-08-12 09:00
La sanità va organizzata nell'interesse dei pazienti. Motivazione e professionalità stanno all base di ogni efficienza. Ad enna si è pensato invece ad accontentare qualche questuante. tutti rischiamo di essere strumentalizzat i da rivalità cosiddette politiche . Il tempo per intervenire anzi bloccare le incongruenze della nuova organizzazione c'era.bisognava farlo per esempio in commissione sanità . Lamentarsi ora è solo strunentale
Citazione
 
 
+1 #4 Nino 2017-08-11 14:59
Ma l'on .Alloro non fa parte della commissione sanità dell'Ars? Mah!!!
Citazione
 
 
-2 #3 padre 2017-08-11 14:57
bisogna fare i concorsi e assicurare l'emergenza nei reparti . le promozioni di grado di chi lavora con gli incarichi di alcune strutture semplici alla gente non interessa. Sindacati date lavoro e fate assumere. Revocare significa allungare e non fare adesso i concorsi. Non siamo d'accordo . Vigilate popolo, vogliamo il lavoro
Citazione
 
 
+2 #2 Rinaldo 2017-08-10 16:41
L'on.alloro dovrebbe chiedere delucidazioni alla collega Lantieri sulle motivazioni dello sfascio.Collega Lantieri che è stata assai motivata in questi anni a condizionare il management dell'Asp. Condizionamenti accettati tra l'altro di buon grado
Citazione
 
 
+2 #1 carmelo 2017-08-10 11:01
Quali Sindacati ?
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Qr Code