Il Taccuino
captcha
Newletters

Crisi al Comune di Enna: tutto risolto! Tutti insieme appassionatamente, ma...

Come era nelle previsioni la crisi al Comune di Enna guidato dal sindaco Maurizio comune palazzoDipietro dovrebbe essere giunta all'epilogo. Il condizionale è d'obbligo perché in politica gli scenari possono cambiare da un momento all'altro, ma non dovrebbe essere questo il caso.

Sicilia Futura che nicchiava dopo il reingresso delle forze di centro destra, aveva rischiato di perdere in un sol colpo la vice sindacatura e un assessorato. Ebbene dopo l'incontro di ieri sera si è avuta la classica fumata bianca. Sicilia Futura ha avanzato una proposta al sindaco che si basa sul mantenimento di due assessorati, rinunciando alla vice sindacatura.

Siamo certi che questa proposta verrà accettata e quindi la composizione della nuova giunta vedrebbe un posto a Patto per Enna con la riconferma di Giovanni Contino e quindi allontando le pretese di qualche altro che sperava nella rotazione; 3 assessori al centro destra compresa la vice sindacatura. Più “pari dignità” di questa non si può; due assessori a Sicilia Futura con la probabile riconferma della Macaluso e l'ingresso di Paolo Gargaglione. Il Pd è rappresentato da Dipietro forte di tre consiglieri comunali, Colaleo, Savoca e Cuci in procinto di entrare nel partito di Renzi, secondo radio fante.

Ma che cosa è accaduto all'interno di Sicilia Futura che di fatto ha defenestrato in malo modo Angelo Girasole? Diciamo questo perché non si capisce come mai si sia organizzata una riunione di partito in tutta fretta dal momento che lo stesso Girasole ancora si trova fuordi sede.

Dall'interno del partito fanno sapere che il sindaco aveva richiesto risposte in tempi brevi. Una scusa alquanto banale se si considera che la crisi si trascina da 5 mesi e non si capisce come non si poteva aspettare qualche giorno e aspettare il rientro di Girasole. Come dire che i tempi a Sicilia Futura li ha dettati il sindaco.

Tutte scuse per far sì che Girasole venisse “trombato” da quelli che lui probabilmente considerava amici fedeli.

La crisi quindi sarebbe risolta. Non c'è dubbio che ne esce vittorioso il centro destra che ha ottenuto tutto quello che voleva. Ma vince anche il sindaco che è riuscito ad evitare la mozione di sfiducia e quindi a continuare alla guida della città.

Insomma a questo punto si potrebbe tutti andare in vacanza per riprendere poi a settembre.

Ma siamo sicuri che non accadranno altri colpi di scena?

Noi non scommetteremmo neanche un centesimo.

Massimo Castagna

Qr Code