Il Taccuino
captcha
Newletters

luisa lantieriarmando glorioso def

Chi di Pd ferisce, di Pd perisce

Finisce l'idillio iniziato qualche mese fa tra il sindaco di Enna Maurizio Dipietro e il bandiere pdPartito Democratico. Il consiglio comunale di venerdì ha sancito la rottura totale e, verosimilmente, la motivazione sarebbe da ricercarsi nella possibile prossima presentazione della mozione di sfiducia. Nel corso dei lavori d'aula, infatti sia Rosalinda Campanile, sia il primo cittadino non hanno lesinato attacchi frontali al copogruppo Pd Salvatore Cappa che tradotto in politica significa “non abbiamo più niente da dirci”.

La prossima riunione di lunedì , 3 luglio, del gruppo consiliare unitamente al partito cittadino, per decidere le fasi che porteranno alla mozione di sfiducia, ha fatto scattare la molla dello scontro.

La prima conseguenza di questo scontro sarebbe stata quella di avere tolto ogni indecisione a quei consiglieri comunali del Pd, presumibilmente 4, che non volevavo la mozione in questo momento, magari in un prossimo futuro, dopo le elezioni regionali.

E per chi stava tessendo la rete affinché si creassero le condizioni per un rientro nel pd del gruppo Campanile si trova ora in una posizione scomodissima; ma non solo, perché questi attacchi mettono in difficoltà anche l'intera area Renzi a cominciare dal suo leader Mario Alloro che, se le nostre notizie sono vere, non avrebbe proprio gradito.

Ma ci sarebbe di più. Il sindaco avrebbe cambiato strategia e avrebbe deciso di riallacciare i rapporti con Amare Enna e Enna Libera per tentare di rimettere su la coalizione che lo aveva portato alla vittoria.

La notizia dell'avvenuto contatto è stata confermata da Paolo Colianni, “Non mi fido più neanche un pò” e Ugo Grimaldi “impensabile”.

Quindi il clima politico si è fatto immediatamente incandescente e nelle prossime ore potrebbero registrarsi ulteriori novità. Quel che appare certo, a questo punto, è che nella riunione di lunedì dovrebbero partecipare tutti e 16 i consiglieri comunali e che probabilmente sarà sottoscritto una sorta di patto attraverso il quale tutti si “adegueranno alla volontà del partito”.

Massimo Castagna

Qr Code