Il Taccuino
captcha
Newletters

luisa lantieriarmando glorioso def

Il Teatro la mia passione

Quando si parla di teatro ad Enna viene subito in mente Carlo Greca e i suoi “Amici del Teatro” con la sua Carlo Greca jpgtrentennale attività che lo hanno portato un po' in tutti i palcoscenici d'Italia. E come spesso accade si è più apprezzati fuori dal proprio territorio, anche se ad Enna Carlo ha tantissimi estimatori.

  • Carlo Greca e gli Amici del Teatro non c'è dubbio che sono sinonimi del teatro locale con grande successo in Sicilia e in Italia. Come si dice “nemo profeta in patria” dal momento che nel cartellone teatrale ennese non figurate. Mi sa dire perchè, se ci sono motivi che noi non conosciamo?

“Quando l'amministrazione comunale dell'epoca decise, e ritengo a buon ragione, di nominare un direttore artistico che curasse la programmazione del Teatro comunale "garibaldi" penso bene di affiancare a tale figura un direttivo o comitato dei garanti (non so bene come si chiamasse). Orbene, e non voglio apparire poco modesto, ritenevo che per quello che è stata la mia storia artistica e quella degli "Amici del Teatro" che ho diretto per quasi 30 anni, un posto in quel contesto mi sarebbe toccato. Ho ritenuto tale carica, mi riferisco al comitato,  una carica "onorifica" e non di"potere "e per quello che in tanti anni ho fatto per la Città  e,perchè no) per la notorietà che nel corso degli anni mi ero "conquistata" anche a livello nazionale un posto in quel contesto mi sarebbe toccato...subii in silenzio tale esclusione; in silenzio e con profonda amarezza e dolore per essere stato completamente ignorato dall'amministrazione comunale dell'epoca ( e in fondo anche da quelle successive) e da quant'altri avrebbero potuto proporre il mio nome e non lo hanno fatto. Fui talmente amareggiato che non misi più piede in Teatro, non mi interessai al cartellone e rimossi tutto dal mio cuore..sono ritornato in teatro quando fui chiamato a collaborare con la "Contea" di Vanessa Mancuso e Flavio Giaimo per recitare con i "Diversamente abili" esperienza che mi ha immensamente arricchito sia da un punto di vista artistico che da un punto di vista umano.”

  • La domanda nasce spontanea in considerazione del fatto che Mario Incudine, direttore artistico del Garibaldi di Enna, è praticamente cresciuto sotto la sua ala, o ricordiamo male?

“Mario Incudine lo portai su un palcoscenico all'età di 8 anni, debuttò con l' spettacolo “ 'U Scarfalettu” di scarpetta assieme a Franz Cantalupo (anche Franz è stato una mia "creatura") e da allora non si è staccato mai da me. Stava attaccato alla mia "gonnella", mi seguiva come un'ombra innamorato del teatro, cercava di "carpirmi" ogni segreto ( in veneto lo chiamavano "il Carlo piccolo" perchè sostenevano che in principio mi imitasse.) Quindi non solo Mario ma anche Franz proviene dagli "amici del teatro" e aggiungo anche altri attori che si sono allontanati da Enna: Orina Cardaci che lavora con la compagnia di Cinzia Maccagnano (Allieva del M° Aurelio Gatti e Fabio Cannarozzo.)”

  • La compagnia dell'Arpa è stata scelta come Compagnia Residente, per la realizzazione di un laboratorio teatrale. Ma più residente degli Amici del Teatro, i Guitti di Gaetano Libertino, i Teatri di Petra di Walter Amorelli ecc.? Cosa ha in più di voi la compagnia dell'Arpa per essere stata scelta?

“Per quel che riguarda la compagnia dell'Arpa, posso dire solamente che è costituita da validi elementi, penso che la sede sia Calascibetta, e non entro nel merito delle specifiche competenze. Posso dire soltanto che il sottoscritto non è mai stato consultato, nè tanto meno coinvolto neanche quando è stato prodotto (credo dall'amministrazione comunale) un lavoro propagandato come "l'espressione delle realtà artistiche ennesi"...beh..credo di essere un ennese purosangue, no?...Di sfuggita ho visto che tali "realtà" provenivano quasi tutte da un'unica fonte...ma ormai la delusione l'avevo provata per quello che ho detto prima e non mi sono "rattristato" più di tanto.”

Carlo Greca ha accettato la nostra proposta di curare una rubrica sul teatro per avvicinare quanti della vita da palcoscenico sanno poco. Il Teatro si sa è anche una filosofia di vita.

Massimo Castagna

Qr Code